*
  
*
*
*
Login 
  venerdì 3 luglio 2020 Registrazione 
 G.M.T. - TRENTO Riduci

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

Iscritta nel Registro delle Associazioni di Promozione Sociale della Provincia Autonoma di Trento in data
9 agosto 2018 al n° 576

L’ATTO COSTITUTIVO

IL NOSTRO STATUTO

LETTERA AI SOCI 2019
E PROGRAMMI 2020


AGGIORNATO IL 22/12/2019

Syndicate   Stampa   
 PRIVACY Riduci
TRATTAMENTO DATI

Con il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR).
Il Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica sta aggiornando la propria politica sulla privacy per ottemperare a quanto disposto con l’entrata in vigore del GDPR (come da Regolamento UE 2016/679).
Con questa comunicazione informiamo che il gruppo Modellistico Trentino di Studio e Ricerca Storica detiene e conserva in modo sicuro i vostri dati rivenienti dalla visione di questo sito, utilizzandoli esclusivamente per gli scopi statutari e assicura che tali dati non saranno ceduti a terzi.
La visione di questo sito comporta l’implicita accettazione della nostra politica sul trattamento dei dati.

PUBBLICATO IL 25/05/2018

Syndicate   Stampa   
 IL NOSTRO SITO Riduci
Cliccando nella sovrastante BARRA BLU si possono aprire le varie “finestre” del nostro sito. In tal modo si potrà vedere CHI SIAMO (visitando anche la FOTO GALLERY dei modelli realizzati dai nostri associati), conoscere gli studi dei nostri Soci - e non solo - messi a disposizione di tutti gli appassionati di storia e di modellismo nonché le ricerche pubblicate nei nostri LIBRI e nella nostra RIVISTA. Si potranno, inoltre, leggere gli ARTICOLI scritti dai nostri collaboratori, rivivere i più importanti EVENTI G.M.T.che abbiamo realizzato in tutti questi anni, o, infine, entrare nei più interessanti siti in materia di storia e modellismo presenti sul web tramite I LINK.
Inoltre, per migliorare sempre più le nostre immagini a disposizione di tutti gli appassionati di modellismo, abbiamo attivato una “Foto Gallery ad alta definizione”. Puoi vederla cliccando nel link sottostante:

FOTO GALLERY H.D.



Alcuni dei modelli presenti
nelle nostre “Gallerie”.


Buona visione a tutti!

AGGIORNATO IL 2.03.2018

Syndicate   Stampa   
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 LA NOSTRA RIVISTA Riduci
Il ”NOTIZIARIO MODELLISTICO”

Il G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica pubblica da circa trent’anni il ’Notiziario Modellistico’’ che è la rivista ufficiale del Gruppo e viene inviata gratuitamente a tutti i soci.


Le copertine degli ultimi numeri.

Vengono pubblicati tre numeri ogni anno e, in ogni numero, sono presenti articoli storico-modellistici che trattano le varie specialità del modellismo statico: aeronautico, navale, figurinistico, dei carri e dei mezzi militari o civili.
Partiti da un semplice ciclostilato fatto in casa, la rivista si è via via evoluta passando alla stampa e, negli ultimi numeri grazie anche ai progressi introdotti dai personal computer sempre più ‘’grafici’’ ed evoluti, anche al colore.
RICORDIAMO COMUNQUE CHE IL ”NOTIZIARIO MODELLISTICO” VIENE REALIZZATO IN TIRATURA LIMITATA ESSENDO UNA PUBBLICAZIONE GRATUITA DESTINATA AI SOCI. LA DISPONIBILITA’ RESIDUA E’ QUINDI, SEMPRE, MOLTO RIDOTTA. PERTANTO, PER OTTENERE REGOLARMENTE TUTTI I NUMERI, E’ OPPORTUNO DIVENTARE SOCI DEL G.M.T.
Cliccando nel link sottostante puoi avere un’idea dei nostri lavori e vedere anche gli argomenti trattati dal 1985 ad oggi. Ci sono anche le istruzioni per i non soci che desiderassero procurarsi i numeri finora usciti e ancora disponibili del nostro ‘’Notiziario’’ .

IL NOTIZIARIO MODELLISTICO




Il Gruppo Modellistico Trentino tutela i propri collaboratori non diffondendo i loro dati personali o i recapiti. E’ tuttavia possibile contattare gli autori od ottenere chiarimenti in merito a quanto pubblicato contattando il Direttore Responsabile della testata, all’indirizzo:

direttorenotiziario@
gmtmodellismo.it

AGGIORNATO IL 3.11.2019

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci
TRASFORMAZIONE
DEL G.M.T. DA
“ASSOCIAZIONE CULTURALE”

IN “A.P.S. – ASSOCIAZIONE DI
PROMOZIONE SOCIALE”
Il 30 giugno 2018 si è svolta a Trento un’Assemblea Straordinaria dei Soci del Gruppo durante la quale è stato approvato un nuovo Statuto per consentire alla nostra Associazione di mutare la propria classificazione da Associazione Culturale in A.P.S. Associazione di Promozione Sociale, processo resosi necessario a seguito dell’entrata in vigore della Legge n. 106 del 6/6/2016 (Riforma del Terzo Settore) e del DL 117/2017 (introduzione del Codice Unico del Terzo Settore).
Puoi seguire l’iter procedurale di questa iniziativa e vedere il nuovo Statuto, già approvato, cliccando nel link sottostante.

ASSEMBLEA STRAORDINARIA
DEL 30 GIUGNO 2018


AGGIORNATO IL 27 LUGLIO 2018

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

GOLDEN DIGGER
Big nugget

Alliance Miniatures, 75 mm.

Simpatico e inedito questo recentissimo pezzo della Alliance Miniatures cod. ALF-75-007 scolpito da Stepan Nikolaev. Bisogna proprio dire che in questi ultimi mesi la ditta russa è uscita sul mercato con una serie di soggetti alquanto inusuali (basti pensare agli aborigeni australiani…) e anche questo non fa eccezione.


Il “cercatore d’oro” realizzato da Flavio Chistè.


Sui cercatori d’oro, specie quelli che hanno partecipato alla famosissima corsa all’oro in California nel 1876, si visto parecchio, sia in letteratura che al cinema (ad es. La costa dei Barbari), quindi gli spunti per la pittura non mancheranno lasciando però anche spazio alla libera interpretazione personale…
Parlando di cercatori d’oro, diversi sono gli eventi da ricordare. La corsa all’oro californiana del periodo 1848/1855 e la grande corsa all’oro del Klondike (o dello Yukon) del 1896 furono i più importanti. In entrambi i casi si ebbe un flusso migratorio di migliaia di uomini in cerca di fortuna. Ma pochi tra loro riuscirono e divennero ricchi: la maggior parte infatti trovava solo l'oro sufficiente al proprio sostentamento quotidiano.
Ma anche altre furono le “corse”: quelle del Nevada e del Colorado a fine degli anni 1850, poi quella delle Black Hills e altre zone del Montana dopo il 1863 quando a causarla fu la scoperta delle pepite da parte di una spedizione al seguito del Gen. Custer; inoltre, “corse” si ebbero in Australia e Nuova Zelanda e Sud Africa.
Quale che sia il posto dove ritenete di ambientare questo soggetto, non fa molta differenza. Le attrezzature al seguito per cercare le pepite erano sempre quelle: setacci, bacinelle, pale, picconi e qualche attrezzo per un minimo di sussistenza vitale. Spesso i minatori avevano la compagnia di qualche cane da guardia per difendersi da animali o altri cercatori.


I vari pezzi che formano il kit ancora grezzi.


In questo senso, il figurino della Alliance Miniatures ha colto in pieno il senso della rappresentazione figurinistica. Accanto al nostro cercatore fa la sua bella presenza un cagnone affamato a cui fanno da contorno attrezzi di vario genere e una bella coperta.
Il tutto è contenuto in una robusta confezione in cartoncino con pezzi separati dalla base in una bustina ben protetta. Unico neo, l’immagine del pezzo montato, ma non dipinto, è presentata in b/n e quindi eventuali riferimenti coloristici bisogna cercarseli altrove (anche sul profilo Facebook della ditta non vi sono immagini a colori…). Le varie parti sono in una strana resina col rosa chiaro ma comunque lavorabile. I pezzi sono complessivamente diciotto (sei per il cercatore e tre per il cane; il resto sono utensili e attrezzi: piccone, pala, secchio, due piatti per il trattamento della ghiaia, bicchiere, ecc.
La base è piuttosto ampia e sufficientemente ricca anche per chi vuol realizzarla così com’è. Personalmente ho voluto montare la scenetta su una base particolare che è leggermente più stretta. Pertanto ho dovuto ritagliare la base di ca. un centimetro per poi raccordarla usando pasta modellabile e vari elementi scenici aggiuntivi come ciuffi d’erba secca e rami vari. Un lavoro non difficile e di semplice esecuzione.


Un altro particolare del “ceracatore d’oro”.


Così come semplice e di tutto riposo è stata la pittura del pezzo che non richiede particolari accorgimenti o abilità. L’abbigliamento è semplice. Ci si può sbizzarrire con le cromie più varie sia per gli abiti che per il cane. Per finire sono da rimarcare alcune cose: l’eccellente facilità del montaggio dove ogni pezzo va al suo posto senza bisogno di sistemazioni particolari o stuccature e la qualità dello stampaggio, senza sbavature. Infine, ottima la resa di tutti i dettagli e particolari.
Insomma, non foss’altro che per l’originalità dell’idea, il pezzo merita un bel 9. Se siete amanti del vecchio West non potete farvelo sfuggire.

Flavio Chistè

PUBBLICATO IL 3 LUGLIO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

PER TUTTI GLI APPASSIONATI
DI AERONAUTICA
E’ USCITA LA NUOVA
MONOGRAFIA DEL GMT

STRANGEFIGHTERS

Ovvero, F-104: Aspetti poco noti di un velivolo molto conosciuto

di Aldo ZANFI
ISBN: 978-88-98631-15-5
ISSN: 20392451



La copertina della monografia.


Volume di 108 pagine, full colors, in formato A/4 stampato su carta patinata opaca da 130 grammi, con copertina in cartoncino plastificato a 4 colori, con oltre 250 immagini a colori e in b/n ed una quindicina di disegni e schemi.
In occasione del 40° anniversario dalla propria fondazione il GMT vuole proporre a storici, modellisti e appassionati il risultato di una ricerca su uno dei velivoli più rappresentativi del periodo noto come “Guerra Fredda”: il Lockheed F-104 Starfighter.
Progettato con lo scopo di fornire all’U.S.A.F. un caccia leggero tattico diurno ad alte prestazioni, non venne sostanzialmente mai impiegato in questo ruolo, iniziando la sua carriera come intercettore, e proseguendola come caccia-bombardiere, bombardiere nucleare, e ricognitore, con le Forze Aeree di una quindicina di nazioni.
Si tratta di un soggetto sul quale sono sicuramente stati versati i proverbiali fiumi di inchiostro, e su cui si potrebbe pensare che non vi siano argomenti degni di nota: peraltro, alcuni dettagli della vita operativa dello Starfighter rimangono, appunto, “dettagli”, a cui non viene data particolare evidenza, salvo rare e brevi citazioni.
Per ovviare almeno parzialmente a quanto sopra, si descrive come furono utilizzati alcuni esemplari della prima versione “A” (meno conosciuta delle seguenti “C”, “G” ed “S”): si va dal primo impiego da parte dell’U.S.A.F. in una zona “calda”, alla fine degli Anni ’50, all’utilizzo, per via delle elevate prestazioni, come piattaforma per i più disparati tipi di test, sempre con l’U.S.A.F., ma anche con la N.A.S.A. e la stessa Lockheed.
Nella seconda parte della monografia, poi, si tratta della più nota versione “G”, o, meglio, della sua versione da ricognizione, presentandone due sotto-varianti piuttosto “esoteriche”: una, della seconda metà degli Anni ’60, per la tedesca Luftwaffe, rimasta allo stato di prototipo, e l’altra impiegata operativamente dalla Republic of China Air Force di Taiwan, tra la metà degli Anni ’80 e la fine degli Anni ’90.
L’autore, Aldo Zanfi, è da tempo socio della Sezione Italiana dell’International Plastic Modellers’ Society, e con il Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica conta diverse collaborazioni.
Prezzo al pubblico: € 25,00.
I Soci in regola con le quote associative del 2020 possono richiedere una copia del libro GRATUITA, compilando l’apposita ‘’scheda d’ordine’’ scaricabile da questo sito. I non Soci che richiederanno la Monografia tramite la nostra e-mail info@gmtmodellismo.it e gli ulteriori esemplari richiesti dai Soci, sempre tramite la nostra e-mail, avranno uno sconto del 40% per tutto il 2020 in occasione del 40° anniversario del Gruppo (prezzo scontato quindi € 15,00).
Come sempre spese di spedizione gratuite per tutti, in tutta Italia.

PUBBLICATO IL 25 GIUGNO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci

STUG III

Kit Dragon,1/72


Questo modello rientra fra quelli acquistati tempo addietro quando mi sono accaparrato alcuni kit in scala 1/72 da fare come sfida personale. Progetto iniziato e poi abbandonato in un angolino perché non trovavo gli spunti per proseguirlo…
Durante la quarantena primaverile, però, il kit mi è tornato sott’occhio e mi sono lanciato nella sua realizzazione creando anche una piccola basetta per ambientarlo.


Il modello realizzato da Paolo Conte


IL KIT
La scatola di montaggio dell’asiatica Dragon, è abbastanza rifinita e si monta in un lampo come la maggior parte di questi kit in scala ridotta. Però, per chi come me vive con l’aerografo in mano, presenta una problematica, che poi era quella per cui lo avevo accantonato: il treno di rotolamento è un blocco unico in vinile il che lo rende pratico nell’assemblaggio ma scomodo nella verniciatura.
Il modello si monta, come dicevo prima, in pochissimo tempo ma per facilitare le successive fasi di verniciatura ho cercato di lasciarlo scomponibile in più blocchi, cosa che mi ha aiutato molto evitando le mascherature nelle fasi successive.
Il kit comprende due versioni, una è quella del carro di Michael Wittmann e l’altra, sempre in Panzergrau ma senza stemmi particolari. Non avendo molta scelta ho optato per quella con le insegne dell’asso tedesco.

LA VERNICIATURA
Le ridotte dimensioni e il colore molto scuro che tende a smorzare tutti i toni hanno reso la sfida interessante…
Come al solito tutti i colori che uso sono della spagnola Mig e sono vinilici. Per il modello ho usato il set dedicato alla modulazione Dunkelgrau ma sfruttando solo le tre tonalità più chiare escludendo, quindi, il Dark base. Ho cercato di effettuare una modulazione a blocchi dividendo le pannellature in insiemi che possano essere compatibili con questa tecnica pittorica e ho proceduto alla verniciatura.
Una volta fatta la modulazione di base ho lucidato il modello con gloss, sempre della Ammo, e passo a una filtrata generale del modello con gli Oilbrusher nelle tonalità Starship Grey, Dark Brown e Light Gray.
Finita questa fase sono passato ad accentuare i dettagli come rivetti cerniere e quant’altro con lavaggi selettivi a olio con la tonalità Dark Brown; per accentuarli ulteriormente ho ripassato i vari dettagli in rilievo a pennello con il colore Light Grey base del set.



Il modello durante varie fasi di lavorazione.


Ormai il carro è a buon punto ma per spezzare un po’ la monotonia ho deciso di mettere un telo sopra al cannone (cosa che si vede in alcune foto storiche); l’ho realizzato con una semplicissima cartina da sigarette imbevuta d’acqua e Vinavil che è stata successivamente dipinta in Olivegrun e filtrata con inchiostro all’acqua della Cittadel creando così le varie ombreggiature.
Per quanto riguarda il treno di rotolamento, solo le ruote sono state fatte ad aerografo mentre i successivi dettagli, quindi ruote e cingoli, sono stati dipinti a pennello rifinendoli poi una volta collocati sul modello essendo che il vinile, se piegato per essere installato, tende a sgretolare il colore.

LA BASE
La basetta è un altro lavoro molto “easy”. Stante la presenza della casa diroccata, è stato creato un fondo tagliando una vecchia latta metallica d’olio per motori e riempita con spugna da fiorai; successivamente, il terreno è stato creato con pastelle dedicate della AK. La casetta è un vecchissimo kit Italeri che però è ancora molto buono per questa scala e si monta senza alcun problema essendo costituito da una manciata di pezzi.


Un’altra foto modello realizzato da Paolo Conte
che fa ben vedere il muro della casetta.


Per la verniciatura di quest’ultima ho ripreso in mano l’aerografo partendo dalle parti con l’intonaco così da poter effettuare luci e ombre che andranno successivamente filtrate con inchiodo all’acqua di tonalità verde. Infine, sono passato ai dettagli sempre più piccoli.
La verniciatura del terreno è la più facile. Un paio di passate di due tonalità di sabbia, ovviamente scuro per le buche e più chiaro per i rilievi; a finire ho chiuso il tutto con una spolverata di pigmento in polvere color nord Africa Dust.

Paolo Conte

PUBBLICATO IL 14 GIUGNO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

E’ uscito il
“NOTIZIARIO MODELLISTICO’’
N° 2/2020



che tratta i seguenti argomenti:

IL MODELLO DELLA NAVE DI CHEOPE
di Luca Tarpani

L’AUTOPROTETTO S.37 O TL.37 PROTETTO
di Maurizio Valentini


La prima pagina dei due articoli di l. Tarpani e di M. Valentini.


LE MARINE NELL’ERA NUCLEARE
di Paolo Ciampelli

UN ALFIERE DELLE BANDE NERE
di Vincenzo Alberici


La prima pagina dei due articoli di P. Ciampelli e di V: Alberici.


RF-4E 173 FILO SAFAK (ALBA)
di Marco Panciroli


La prima pagina (doppia) dell’ articolo di M. Panciroli.


RAUPENSCHLEPPER OST RSO/01 (STEYR 470)
di A. & A. Tallillo

INSERTO DI 12 PAGINE
MUSEO DEI BLINDATI DI SAUMUR

di Luigi Carretta


La prima pagina dell’ articolo di A. & A. Tallillo e dell’inserto di 12 pagine di L. Carretta.


Il Notiziario verrà spedito a tutti i Soci in regola con la quota associativa 2020 a mezzo posta con le consuete modalità.
Per i non Soci che siano interessati all'acquisto, le istruzioni su come fare sono riportate nell’apposita sezione ‘’LA RIVISTA’’ della sovrastante barra blu del menu.

PUBBLICATO IL 4 GIUGNO 2020

Syndicate   Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)


LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 25.06.2020

Syndicate   Stampa   
 TECNICHE MODELLISTICHE Riduci
Cliccando nei LINK sottostanti puoi trovare o stamparti interessanti documenti scritti da nostri Soci per approfondire le tue conoscenze tecniche e migliorare le tue capacità modellistiche.

ALCLAD ALC-204
HOLOMATIC SAPPHIRE

AEROGRAFIA E
PLASTIMODELLISMO

TRUMPETER
LINE ENGRAVER

TRUMPETER
DECAL TRAY

TRUMPETER
SANDPAPER GRIP

GMT EXPERIMENTAL
COME REALIZZARE UN AN/ALQ.144

BASI IN CARTONCINO PER DIORAMI
“NOY’S MINIATURE”

WINTER CAMOUFLAGE
SU SD.KFZ 251/17


AGGIORNATO IL 9.05.2020

Syndicate   Stampa   
 MOSTRE E CONCORSI Riduci
PROSSIMI APPUNTAMENTI
DA RICORDARE




21 - 22/11/2020

MODEL EXPO ITALY - VERONA
c/o Fiera di Verona

Manifestazione a cura di:
VERONA FIERE - VERONA

Il G.M.T. sarà presente con un proprio stand. Vi aspettiamo numerosi!


Informazioni nel sito:

MODEL EXPO ITALY




RIMANDATO A PRIMAVERA 2021

CAMPIONATO NAZIONALE CIMS DI MODELLISMO STATICO


C/O Hobby Model Expo Spring Edition, Parco Esposizioni Novegro – SERIATE (MI) )

Manifestazione a cura del:
C.I.M.S. MODELLISMO

Informazioni nel sito:

CIMS MODELLISMO




RIMANDATA A.S.A.P.

16ª MOSTRA CONCORSO “PIU’ PICCOLI DEL VERO 2018”


Manifestazione a cura del:
GRUPPO MODELLISTICO PADOVANO “AQUILE TONANTI”

Informazioni nel sito:

G.M.P.A.T..




AGGIORNATO AL 15/05/2020

Syndicate   Stampa   
 SUGGERIMENTI G.M.T. Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy