*
  
*
*
*
Login 
  lunedì 1 giugno 2020 Registrazione 
 G.M.T. - TRENTO Riduci

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

Iscritta nel Registro delle Associazioni di Promozione Sociale della Provincia Autonoma di Trento in data
9 agosto 2018 al n° 576

L’ATTO COSTITUTIVO

IL NOSTRO STATUTO

LETTERA AI SOCI 2019
E PROGRAMMI 2020


AGGIORNATO IL 22/12/2019

Syndicate   Stampa   
 PRIVACY Riduci
TRATTAMENTO DATI

Con il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR).
Il Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica sta aggiornando la propria politica sulla privacy per ottemperare a quanto disposto con l’entrata in vigore del GDPR (come da Regolamento UE 2016/679).
Con questa comunicazione informiamo che il gruppo Modellistico Trentino di Studio e Ricerca Storica detiene e conserva in modo sicuro i vostri dati rivenienti dalla visione di questo sito, utilizzandoli esclusivamente per gli scopi statutari e assicura che tali dati non saranno ceduti a terzi.
La visione di questo sito comporta l’implicita accettazione della nostra politica sul trattamento dei dati.

PUBBLICATO IL 25/05/2018

Syndicate   Stampa   
 IL NOSTRO SITO Riduci
Cliccando nella sovrastante BARRA BLU si possono aprire le varie “finestre” del nostro sito. In tal modo si potrà vedere CHI SIAMO (visitando anche la FOTO GALLERY dei modelli realizzati dai nostri associati), conoscere gli studi dei nostri Soci - e non solo - messi a disposizione di tutti gli appassionati di storia e di modellismo nonché le ricerche pubblicate nei nostri LIBRI e nella nostra RIVISTA. Si potranno, inoltre, leggere gli ARTICOLI scritti dai nostri collaboratori, rivivere i più importanti EVENTI G.M.T.che abbiamo realizzato in tutti questi anni, o, infine, entrare nei più interessanti siti in materia di storia e modellismo presenti sul web tramite I LINK.
Inoltre, per migliorare sempre più le nostre immagini a disposizione di tutti gli appassionati di modellismo, abbiamo attivato una “Foto Gallery ad alta definizione”. Puoi vederla cliccando nel link sottostante:

FOTO GALLERY H.D.



Alcuni dei modelli presenti
nelle nostre “Gallerie”.


Buona visione a tutti!

AGGIORNATO IL 2.03.2018

Syndicate   Stampa   
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 LA NOSTRA RIVISTA Riduci
Il ”NOTIZIARIO MODELLISTICO”

Il G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica pubblica da circa trent’anni il ’Notiziario Modellistico’’ che è la rivista ufficiale del Gruppo e viene inviata gratuitamente a tutti i soci.


Le copertine degli ultimi numeri.

Vengono pubblicati tre numeri ogni anno e, in ogni numero, sono presenti articoli storico-modellistici che trattano le varie specialità del modellismo statico: aeronautico, navale, figurinistico, dei carri e dei mezzi militari o civili.
Partiti da un semplice ciclostilato fatto in casa, la rivista si è via via evoluta passando alla stampa e, negli ultimi numeri grazie anche ai progressi introdotti dai personal computer sempre più ‘’grafici’’ ed evoluti, anche al colore.
RICORDIAMO COMUNQUE CHE IL ”NOTIZIARIO MODELLISTICO” VIENE REALIZZATO IN TIRATURA LIMITATA ESSENDO UNA PUBBLICAZIONE GRATUITA DESTINATA AI SOCI. LA DISPONIBILITA’ RESIDUA E’ QUINDI, SEMPRE, MOLTO RIDOTTA. PERTANTO, PER OTTENERE REGOLARMENTE TUTTI I NUMERI, E’ OPPORTUNO DIVENTARE SOCI DEL G.M.T.
Cliccando nel link sottostante puoi avere un’idea dei nostri lavori e vedere anche gli argomenti trattati dal 1985 ad oggi. Ci sono anche le istruzioni per i non soci che desiderassero procurarsi i numeri finora usciti e ancora disponibili del nostro ‘’Notiziario’’ .

IL NOTIZIARIO MODELLISTICO




Il Gruppo Modellistico Trentino tutela i propri collaboratori non diffondendo i loro dati personali o i recapiti. E’ tuttavia possibile contattare gli autori od ottenere chiarimenti in merito a quanto pubblicato contattando il Direttore Responsabile della testata, all’indirizzo:

direttorenotiziario@
gmtmodellismo.it

AGGIORNATO IL 3.11.2019

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci
TRASFORMAZIONE
DEL G.M.T. DA
“ASSOCIAZIONE CULTURALE”

IN “A.P.S. – ASSOCIAZIONE DI
PROMOZIONE SOCIALE”
Il 30 giugno 2018 si è svolta a Trento un’Assemblea Straordinaria dei Soci del Gruppo durante la quale è stato approvato un nuovo Statuto per consentire alla nostra Associazione di mutare la propria classificazione da Associazione Culturale in A.P.S. Associazione di Promozione Sociale, processo resosi necessario a seguito dell’entrata in vigore della Legge n. 106 del 6/6/2016 (Riforma del Terzo Settore) e del DL 117/2017 (introduzione del Codice Unico del Terzo Settore).
Puoi seguire l’iter procedurale di questa iniziativa e vedere il nuovo Statuto, già approvato, cliccando nel link sottostante.

ASSEMBLEA STRAORDINARIA
DEL 30 GIUGNO 2018


AGGIORNATO IL 27 LUGLIO 2018

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

CAMPAGNA D’ITALIA
1943-1945

UNITA’ ALLEATE TERRESTRI
di Daniele Guglielmi


Ha finalmente visto la luce il nuovo volume di Daniele Guglielmi, previsto in uscita già da diverso tempo, editato da Mezzi Corazzati nella collana Tank Master Special, (issue n.8).


La copertina del libro di Daniele Guglielmi.


Si tratta di una prima parte di un lavoro in due puntate dedicato alle unità alleate terrestri operanti in Italia nell’ultimo biennio della seconda guerra mondiale. La seconda parte dovrebbe uscire nei prossimi mesi.
Riportiamo qui di seguito quanto esposto in ultima di copertina in quanto riteniamo fornisca la perfetta spiegazione dei contenuti storico militari presenti nel volume:
“Il 13 maggio 1943 la capitolazione delle truppe dell’Asse in Tunisia segnò la fine dei combattimenti in Africa. Gli Alleati non erano ancora pronti per l’invasione della Francia, ma urgeva aprire un nuovo fronte per tenere impegnate le forze avversarie e alleggerire la situazione sovietica. L’obiettivo ideale era rappresentato dall’Italia, facilmente raggiungibile e, almeno apparentemente, scarsamente difesa.
Le operazioni militari condotte in Italia tra lo sbarco in Sicilia del luglio 1943 e la fine della guerra nel maggio 1945 di due anni dopo hanno riguardato moltissimi reparti da una parte o l’altra del fronte. Per poter avere un quadro complessivo della storia di quel periodo appare importante ricostruirne e ripercorrerne le vicende.
La campagna d’Italia del 1943-1945 ha visto la partecipazione di una coalizione composta da numerose nazioni opposte alle forze tedesche e a quelle della Repubblica Sociale Italiana. Il primo volume di questa nuova serie di Tank Master è dedicato ad alcune di queste unità alleate che operarono nel teatro bellico italiano, dai singoli battaglioni autonomi per arrivare a interi corpi d’armata.
L’opera contiene la storia delle unità, fotografie, organigrammi, riferimenti uniformologici, nonché informazioni relative alle mimetiche, alle insegne e ai materiali impiegati.”



Due foto del libro.
A sinistra: Uno Stuart Recce e uno Sherman della 6th Armoured Division britannica transitano per Arezzo il 16 luglio 1944.
A destra: Il 12 aprile 1945 uno Sherman M4 Hybrid Firefly supera il fiume Santerno grazie a un ponte Bailey.


Vediamole dunque queste unità alleate descritte nel volume composto di 160 pagine nel classico formato 29,7x21 cm e realizzato in brossura. Esse sono riportate in una decina di capitoli espressamente dedicati ad ognuna di esse. Dopo la prefazione e un utile capitolo riepilogativo della campagna d’Italia 1943-1945, si passa all’esame delle unità alleate terrestre e ai carri Sherman in Italia. Vengono poi trattati, nell’ordine, lo US 752nd Tank Battalion, il Polish Corps, le truppe canadesi in Italia, la 2nd New Zeland Division, la Task Force 45, la 10th Mountain DIvision e la FEB, la Forca Expedicionaria Brasileira. Chiude il tutto un’interessante appendice relativa all’impiego dei mezzi corazzati statunitensi e una ricca bibliografia che riporta i riferimenti di quasi un centinaio di testi consultati.
Apprezzabile l’impaginato del lavoro suddiviso su due colonne e mezza. Le prime riservate al testo bilingue italiano inglese che scorre affiancato, mentre la mezza colonna è riservate alle note esplicative e alle didascalie.
Per la parte in lingua inglese fondamentale la partecipazione di Ralph Riccio, militare italo-americano che collabora spesso anche con il GMT. Ben 155 le immagini, tutte rigorosamente in bianco/nero, che documentano in maniera approfondita i vari reparti trattati, segno dell’importante lavoro di ricerca anche iconografica svolta dall’autore facendo ricorso agli archivi di privati, Enti, Musei e associazioni di vario genere.
Proprio riguardo alle immagini ci sia consentita un’unica piccola nota negativa: le stesse appaiono un poco “piatte” e poco contrastate, facendo perdere in qualche caso il piacere di vedere scatti anche inediti e di grande interesse. Ovviamente, in questo gioca il fattore della talora scarsa qualità tecnica delle fotografie (non dimentichiamoci che molte immagini provengono da scatti privati realizzati da soldati con macchinette di fortuna…).


Un’altra foto del libro.
Uno M10 del 601st Tank Destroyer Battalion ben nascosto accanto a un pagliaio nella zona di Anzio e Nettuno.


Comunque, al di là di ciò, il lavoro è di assoluto rilievo e pregevole anche nella presentazione, con staccati e inserti che danno briosità al lavoro aggiungendo importanti notizie complementari al testo di per sé già interessantissimo.
Assolutamente consigliato con i complimenti all’autore.

Flavio Chistè

PUBBLICATO IL 29 MAGGIO 2020

 Stampa   
 NEWS GMT Riduci

VIKING RUS

Scale75 – 75 mm.

È uscita sul mercato ad inizio 2020 questa bella scenetta (cod. SCM-014) raffigurante tre Vichinghi russi intenti a dar udienza o ad assistere con interesse qualche evento (almeno così parrebbe dalle posture più o meno rilassate).


I tre “Variaghi” realizzati da Flavio Chistè.


Chi mi segue (sono immodesto, lo so… ma come dicevano i latini: spes ultima dea) sa che dei Vichinghi ne ho parlato a più riprese. Comunque una brevissima disamina della loro storia in Russia merita di esser fatta.
Fu il ramo svedese dei Vichinghi a scendere in Russia per arrivare fino alle ricche città dell’Impero bizantino. E se alcuni vichinghi d’oriente, noti con il nome di Variaghi, si dettero al commercio a sud o est, altri si stabilirono da dominatori in Russia (Rus all’epoca) rimanendovi per varie generazioni. La storia è lunga, partendo già dai primi anni dell’800 e segnando una svolta assoluta nel 907 con Oleg che, dopo aver disceso il i fiumi russi da Kiev, si presentò davanti a Costantinopoli con 200 navi e 80.000 uomini, allo scopo di ottenere vantaggiosi trattati commerciali e un salatissimo riscatto…
Il culmine del potere vichingo fu tuttavia raggiunto da Sviatoslav, nipote di Oleg, che nel 963 soggiogò le tribù cazare e bulgare lungo il Volga e il Danubio. Mal gliene incolse, però, perché l’anno successivo i Peceneghi, cavalieri delle steppe orientali, a cui aveva involontariamente aperto la strada, lo sconfissero e uccisero. Ci vollero altri ventiquattro anni, affinché nel 987 i sovrani russi di discendenza vichinga, ricacciassero indietro i Peceneghi e rinsaldassero il potere grazie al figlio di Sviatoslav, Vladimiro, che, tra le altre cose, nel 988 sposò la sorella dell’imperatore di Bisanzio, in cambio della propria conversione spirituale e di 6.000 uomini, dando il via a una nuova religione unificatrice della Russia ma anche all’assimilazione dei Vichinghi nella nuova cultura greco-slava.
E dopo l’essenziale excursus storico torniamo al nostro terzetto. La Scale75 non si smentisce e continua a sfornare gran bei soggetti uno dopo l’altro. La confezione è assai robusta e i pezzi, divisi in vari sacchetti e scomparti sono ben protetti. La box art presenta un paio di immagini a colori dove ben si notano le tinte da usare.


Due particolari della scenetta.


Tutti i soggetti, volendo, potrebbero essere realizzati singolarmente in quanto vanno inseriti su una parte di pavimento singola ma anche studiato per essere collegato assieme se si decide per la scenetta unica…
Ottima la resina con cui i figurini sono stati realizzati e sicuramente originali alcune soluzioni. La postura del “capo squadra” al centro della scena, per esempio, è davvero inedita, con quel bellissimo e cesellato scranno su cui è seduto. Merito, come per il resto, della stampa 3D visto il livello di dettaglio (che si nota anche nei pantaloni e nel cappottone dell’uomo sulla sinistra…). Comunque, il guerriero a destra, con l’elmo in mano, è di fatto composto di pochissimi pezzi: corpo (con l’imponente mantello di pelliccia in un unicum di agevole maneggio), le due braccia e la testa con il tutto che si monta alla perfezione senza problemi di incassi. Un po’ più articolato il vichingo al centro diviso in sei pezzi che deve incastrarsi alla perfezione sul seggiolone. Sembra un’operazione semplice ma in realtà nasconde qualche insidia perché rischiate di non trovare il perfetto “collegamento” con l’elmo sotto la gamba sinistra e la basetta. Quindi, è opportuno provare e riprovare…
Analogo, ma meno significativo, il problema di montaggio per l’uomo con l’ascia sulla sinistra, costituito dal corpo, la gamba destra, la testa, qualche dettaglio (spada, un pezzo di cintura) e l’ascia appunto in due pezzi che si incastrano alla perfezione nel braccio sinistro. Ben riuscita anche la cassa su cui il vichingo poggia. Una nota per i pantaloni, la cui pittura è agevolata dal finissimo tracciato delle righe verticali impresso sulle bragone.


Un altro particolare della scenetta.


Per quanto riguarda i colori, ovviamente potete sbizzarrirvi come meglio credete, anche se bisogna proprio dire cha la box art proposta grazie alla pittura di Julio Cabos (al profilo Facebook del quale, https://www.facebook.com/julio.cabos, vi rimando per ulteriori dettagli pittorici) è veramente accattivante. IO ho apportato qualche variazione soprattutto al vichingo di sinistra sostituendo il blu/azzurro di casacca e pantaloni con un verde brillante. Ma è questione di gusti. Colori usati i consueti acrilici Vallejo.
In definitiva si tratta di un ottimo pezzo, abbastanza semplice da realizzare, se si esclude l’attenzione da prestare al montaggio del soggetto al centro, e che merita come voto un bel 9. Prezzo in linea con produzioni analoghe considerato che si tratta di 3 bei pezzi: ad aprile 81,00 € sul sito della Ditta.

Flavio Chistè

PUBBLICATO IL 15 MAGGIO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

WINTER CAMOUFLAGE
SU SD.KFZ 251/17

L’articolo è stato realizzato dal nostro Socio Paolo Conte per descrivere i passaggi inerenti l’applicazione delle mimetiche invernali a un amico/socio del GMT; poi, in seguito, Paolo ha deciso di fare un piccolo reportage fotografico, descrivendo i vari passaggi step by step, per condividerlo con tutti visto che il risultato lo appagava pienamente.



Il mezzo descritto, è uno dei rarissimi Sd.Kfz. 251/17 consegnato in versione comando alla divisione Goering. Le foto “storiche” di questo mezzo sono molto scarse e si possono contare sulle dita di una mano; le mimetiche documentate che sono state applicate a questo mezzo sono tutte monotono in Dunkelgelb o Dunkelgrau. Così per evitare il classico mezzo monocromatico in “Panzergrau” Paolo ha azzardato una mimetica invernale per dare un po’ di vivacità al modello.
Il kit utilizzato è uno dei tanti forniti dalla AFV Club: è molto ben realizzato e con svariati pezzi che consentono, ai più informati in materia, anche diverse modifiche o scorte per eventuali modelli futuri. In questa versione vi sono infatti diverse radio da poter montare su questo o in altri veicoli; in più vi è l’aggiunta di alcune parti in resina come le panche interne.



Potete leggere l’articolo cliccando nel link sottostante.

WINTER CAMOUFLAGE
SU SD.KFZ 251/17


Un grazie a Paolo da parte di tutto il Gruppo per la Sua ottima realizzazione.

PUBBLICATO IL 9 MAGGIO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci

A L P I N I

Nella seconda guerra mondiale (1940-1945)
STORIA MILITARE – DOSSIER N. 49
di
Enrico Finazzer


È da qualche giorno disponibile nelle edicole il Dossier n. 49 di Storia Militare dedicato agli Alpini dagli anni ’20 ai giorni nostro, con particolare focalizzazione sulle vicende della Seconda Guerra Mondiale.


La copertina del dossier.


Enrico Finazzer, apprezzato autore e socio del nostro sodalizio, completa così il lavoro intrapreso con il Dossier n. 30, che prendeva le mosse dalla fondazione della specialità alpina approfondendone le gesta nel corso della Grande Guerra.
Come per il precedente Dossier, per la redazione del presente fascicolo l’autore si è avvalso di una serie di fonti scritte che spaziano dalle relazioni ufficiali dell’Ufficio Storico dell’Esercito alla numerosa memorialistica, vagliando le fonti e incrociando le diverse fonti, per dare al lettore un resoconto completo e obiettivo, passato al vaglio di alcuni ottimi conoscitori della materia, scevro da intenti agiografici e celebrativi di cui gli alpini italiani non hanno bisogno.
Dopo un’ampia panoramica sulle diverse riforme del Regio Esercito nel corso degli anni ’20 e ’30 viste attraverso i loro effetti sugli organici della specialità, l’autore dà conto dei numerosi interventi di reparti alpini e di artiglieria da montagna, due specialità sempre più intimamente legate, nel ventennio tra le due guerre mondiali, taluni molto poco conosciuti e che vanno al di là della sola partecipazione di un’intera divisione alla guerra d’Etiopia. Segue quindi un’ampia esposizione sulle campagne della Seconda Guerra Mondiale, dalle Alpi Occidentali alla Grecia, dal Montenegro alla Russia, con un ampio capitolo dedicato alle vicende post-armistiziali e ai reparti alpini dell’Esercito Cobelligerante e alle unità alpine della RSI.


A sinistra: una pagina del dossier,
a destra: una delle splendide tavole a colori di Pietro Compagni.


Il Dossier continua quindi raccontando la ricostruzione della specialità alpina negli anni successivi al termine della guerra e le diverse riorganizzazioni cui essa è andata incontro fino ad anni recenti; non poteva mancare, infine, un passaggio sulle numerose occasioni in cui gli alpini hanno partecipato a missioni internazionali e un doveroso racconto delle svariate operazioni di soccorso dopo calamità naturali, sia in Italia sia all’estero.
Il Dossier consta di 120 pagine corredate da oltre 200 tra immagini e cartine, molte delle quali a colori, e tavole uniformologiche.

Il G.M.T.

AGGIORNATO IL 30 APRILE 2020

Syndicate   Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)


LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 29.02.2020

Syndicate   Stampa   
 TECNICHE MODELLISTICHE Riduci
Cliccando nei LINK sottostanti puoi trovare o stamparti interessanti documenti scritti da nostri Soci per approfondire le tue conoscenze tecniche e migliorare le tue capacità modellistiche.

ALCLAD ALC-204
HOLOMATIC SAPPHIRE

AEROGRAFIA E
PLASTIMODELLISMO

TRUMPETER
LINE ENGRAVER

TRUMPETER
DECAL TRAY

TRUMPETER
SANDPAPER GRIP

GMT EXPERIMENTAL
COME REALIZZARE UN AN/ALQ.144

BASI IN CARTONCINO PER DIORAMI
“NOY’S MINIATURE”

WINTER CAMOUFLAGE
SU SD.KFZ 251/17


AGGIORNATO IL 9.05.2020

Syndicate   Stampa   
 MOSTRE E CONCORSI Riduci
PROSSIMI APPUNTAMENTI
DA RICORDARE




21 - 22/11/2020

MODEL EXPO ITALY - VERONA
c/o Fiera di Verona

Manifestazione a cura di:
VERONA FIERE - VERONA

Il G.M.T. sarà presente con un proprio stand. Vi aspettiamo numerosi!


Informazioni nel sito:

MODEL EXPO ITALY




RIMANDATO A PRIMAVERA 2021

CAMPIONATO NAZIONALE CIMS DI MODELLISMO STATICO


C/O Hobby Model Expo Spring Edition, Parco Esposizioni Novegro – SERIATE (MI) )

Manifestazione a cura del:
C.I.M.S. MODELLISMO

Informazioni nel sito:

CIMS MODELLISMO




RIMANDATA A.S.A.P.

16ª MOSTRA CONCORSO “PIU’ PICCOLI DEL VERO 2018”


Manifestazione a cura del:
GRUPPO MODELLISTICO PADOVANO “AQUILE TONANTI”

Informazioni nel sito:

G.M.P.A.T..




AGGIORNATO AL 15/05/2020

Syndicate   Stampa   
 SUGGERIMENTI G.M.T. Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy