*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 8 dicembre 2016 Registrazione 
 IL NOSTRO SITO Riduci
Cliccando nella sovrastante BARRA BLU si possono aprire le varie “finestre” del nostro sito. In tal modo si potrà vedere CHI SIAMO (visitando anche la FOTO GALLERY dei modelli realizzati dai nostri associati), conoscere gli studi dei nostri Soci - e non solo - messi a disposizione di tutti gli appassionati di storia e di modellismo nonché le ricerche pubblicate nei nostri LIBRI e nella nostra RIVISTA. Si potranno, inoltre, leggere gli ARTICOLI scritti dai nostri collaboratori, rivivere i più importanti EVENTI G.M.T.che abbiamo realizzato in tutti questi anni, o, infine, entrare nei più interessanti siti in materia di storia e modellismo presenti sul web tramite I LINK.
Inoltre, per migliorare sempre più le nostre immagini a disposizione di tutti gli appassionati di modellismo, abbiamo attivato una “Foto Gallery” ad alta definizione. Puoi vederla cliccando nel link sottostante:

FOTO GALLERY H.D.



Buona visione a tutti!

AGGIORNATO IL 30.03.2016

Syndicate   Stampa   
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 LA NOSTRA RIVISTA Riduci
Il ”NOTIZIARIO MODELLISTICO”

Il G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica pubblica da circa trent’anni il ’Notiziario Modellistico’’ che è la rivista ufficiale del Gruppo e viene inviata gratuitamente a tutti i soci.


La copertina del numero 2-2016.

Vengono pubblicati tre numeri ogni anno e, in ogni numero, sono presenti articoli storico-modellistici che trattano le varie specialità del modellismo statico: aeronautico, navale, figurinistico, dei carri e dei mezzi militari o civili.
Partiti da un semplice ciclostilato fatto in casa, la rivista si è via via evoluta passando alla stampa e, negli ultimi numeri grazie anche ai progressi introdotti dai personal computer sempre più ‘’grafici’’ ed evoluti, anche al colore.
RICORDIAMO COMUNQUE CHE IL ”NOTIZIARIO MODELLISTICO” VIENE REALIZZATO IN TIRATURA LIMITATA ESSENDO UNA PUBBLICAZIONE GRATUITA DESTINATA AI SOCI. LA DISPONIBILITA’ RESIDUA E’ QUINDI, SEMPRE, MOLTO RIDOTTA. PERTANTO, PER OTTENERE REGOLARMENTE TUTTI I NUMERI, E’ OPPORTUNO DIVENTARE SOCI DEL G.M.T.
Cliccando nel link sottostante puoi avere un’idea dei nostri lavori e vedere anche gli argomenti trattati dal 1985 ad oggi. Ci sono anche le istruzioni per i non soci che desiderassero procurarsi i numeri finora usciti e ancora disponibili del nostro ‘’Notiziario’’ .

IL NOTIZIARIO MODELLISTICO




Il Gruppo Modellistico Trentino tutela i propri collaboratori non diffondendo i loro dati personali o i recapiti. E’ tuttavia possibile contattare gli autori od ottenere chiarimenti in merito a quanto pubblicato contattando il Direttore Responsabile della testata, all’indirizzo:

direttorenotiziario@
gmtmodellismo.it

AGGIORNATO IL 22.10.2016

Syndicate   Stampa   
 MOSTRE E CONCORSI Riduci
PROSSIMI APPUNTAMENTI
DA RICORDARE




26-27/11/2016

MODEL GAME 2016

c/o Bologna Fiere, Via Michelino 69 - BOLOGNA
Manifestazione a cura di:
BOLOGNA FIERE

Informazioni nel sito:

MODELGAME 2016




11-12/03/2017

17° CONCORSO DI SOLI FIGURINI “FRAMMENTI DI STORIA”

c/o Hotel Delta Flarence – CALENZANO (FI)
Manifestazione a cura di:
LA CONDOTTA

Informazioni nel sito:

LA CONDOTTA




31/03-2/04/2017

EUROMA 2017

c/o Hotel Villa EUR, P.le Champagnat 2 - ROMA
Manifestazione a cura di:
ALFAMODEL - ROMA

Informazioni nel sito:

ALFAMODEL ROMA




AGGIORNATO AL 16.11.2016

Syndicate   Stampa   
 TECNICHE MODELLISTICHE Riduci
Cliccando nei LINK sottostanti puoi trovare o stamparti interessanti documenti scritti da nostri Soci per approfondire le tue conoscenze tecniche e migliorare le tue capacità modellistiche.

ALCLAD ALC-204
HOLOMATIC SAPPHIRE

AEROGRAFIA E
PLASTIMODELLISMO

TRUMPETER
LINE ENGRAVER

TRUMPETER
DECAL TRAY

TRUMPETER
SANDPAPER GRIP

GMT EXPERIMENTAL
COME REALIZZARE UN AN/ALQ.144

BASI IN CARTONCINO PER DIORAMI
“NOY’S MINIATURE”


AGGIORNATO IL 13.07.2015

Syndicate   Stampa   
 Visite dal 04 01 2009 Riduci

Syndicate   Stampa   
 G.M.T. - GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO DI STUDIO E RICERCA STORICA Riduci

Syndicate   Stampa   
 NEWS Riduci

GUARDIA DI PALAZZO NUBIANA

MASTERCLASS, 75 MM.
Cod. MCF75001


Il pezzo che vi presento ha già sei anni di vita sulle spalle (uscita autunno 2010), ma mantiene intatto tutto il proprio fascino grazie all’originalità della proposta e alla qualità dell’elaborato. Dati incontrovertibili questi, specie se raffrontati con il quadro di Ludwigh Deutsch da cui la Ditta veneta ha tratto l’ispirazione per realizzare il soggetto.


A sinistra: il figurino Masterclass lavorato da Flavio Chistè
a destra: particolare del quadro di Ludwigh Deutsch


Assolutamente fedele risulta, infatti, la riproposizione del quadro originale proposta da P. Oliviero e ottimamente riprodotta da Elio Stella per la box art del pezzo. La confezione è quella consueta, di alta qualità, proposta da Masterclass. Un ventina i pezzi contenuti nella scatola, ben stampati e senza problemi particolari dovuti alla fusione. La base (pavimento e fondale) è in resina (forse un po’ vetrosa ma ben lavorabile e ottimamente incisa) che si monta assai facilmente e velocemente; il resto, invece, è tutto in metallo bianco.
Per quanto riguarda la mia personale interpretazione segnalo, ma le immagini di raffronto lo chiariscono senza ombra di dubbio, che ho apportato alcune variazioni e una integrazione al kit originariamente proposto. Ho infatti voluto ulteriormente accentuare il momento di rilassamento del nostro soggetto, che traspare in parte anche dal quadro di Deutsch (le scarpe tolte e lasciate vicino alla colonna…), facendo appoggiare la guardia al muro di fondo e posizionando sul muretto la pistola e la spada quasi che fossero un peso gravoso da portare… Come elemento integrativo, ho inoltre aggiunto un tappeto a vivaci colori, in parte per spezzare la monotonia cromatica del pavimento e in parte per ovviare ad un problemino di anatomia.
Qui, in effetti, risiede il difetto più grosso del kit. Il piede sinistro risulta, infatti, in una posizione anatomicamente non corretta restando appoggiato (e malamente) con il solo tallone. Nonostante gli sforzi per conferire al pezzo una posa più conforme, un piccolo “spazio” fra piede e pavimento rimaneva. Questo piccolo accorgimento ha risolto il problema. Può tuttavia essere che il problema sia limitato al solo kit da me montato… In ogni caso controllate bene in fase di premontaggio.
Parlando di assemblaggio del pezzo, una certa attenzione va posta nella sistemazione della parte anteriore del mantello sul busto, ove sarà giocoforza necessario ricorrere a un po’ di stucco sulla giunzione posteriore. Altre criticità non ve ne sono. Tutti i pezzi più minuti (scudo, corno…) si adattano bene. Solo da prestare attenzione al posizionamento della pettorina all’interno della quale andrebbe poi infilato l’armamento individuale… Se lo posizionate troppo attaccato al corpo non rimane poi lo spazio per infilarvi la spada, la pistola e il pugnalone…


I componeneti del kit Masterclass


Non offro suggerimenti per quanto riguarda il fissaggio del pezzo alla base, tuttavia sarà buona cosa prevedere un pignone di rinforzo da infilare nella gamba destra perché, altrimenti, lo spazio di incollaggio è veramente minimo e visto il peso del figurino, al primo spostamento, rischiate di trovarvi con una guardia di palazzo distesa…
Una piccola nota sulla pittura, ad acrilico, con colori Vallejo… Pur mantenendo complessivamente fede alla proposta di base, mi sono preso la libertà di invertire i colori della sciarpa e di realizzare una tunica con una riga più larga…
Per quanto riguarda lo scudo, l’elmo e la protezione sul braccio destro ho lavorato con il bronzo di base, scurito con del verde seppia e schiarito con oro per le luci.
Questo soggetto è stato il mio primo di questo periodo storico e artistico (orientalisti); ha dunque richiesto un certo impegno ma si è anche rivelato fonte di soddisfazione quando ultimato.
br>

Dettagli del figurino Masterclass lavorato da Flavio Chistè.


Buono il rapporto qualità/prezzo (ad oggi il sito lo propone a ca. 45,00 €) che vista la “ricchezza” della dotazione, gioca decisamente a favore del suo acquisto si si desidera avere un pezzo esotico e di colore nella collezione.
Per concludere, segnaliamo, quale curiosità, che quasi identico soggetto è stato proposto, nello stesso periodo, da Pegaso Models (cod. 75-071), ma senza i fondali della base, con una lieve variazione alla lancia e con le scarpe infilate…

Flavio Chistè

PUBBLICATO IL 1° DICEMBRE 2016

Syndicate   Stampa   
 NEWS Riduci

HOBO QUEEN

Due aerei, uno stesso nome

La nota rivista AEREI NELLA STORIA ha pubblicato nel numero 100 di ottobre 2016 un bell’articolo di Marco Mattioli dal titolo “GLI ULTIMI COMBATTIMENTI AEREI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE” .
Tra gli episodi narrati troviamo anche un combattimento avvenuto il 18 agosto 1945 tra due quadrimotori americani B-32 “Dominator” del 386th Bomb Squadron del 312th Bomb Group, impiegati in una missione di ricognizione sugli aeroporti nell’area di Tokyo, e quattordici caccia giapponesi dello Yokosuka Kokutai.


Un quadrimotore B-32 “Dominator”.


Nel combattimento due caccia giapponesi furono abbattuti sicuramente e altri due con ogni probabilità e uno dei due aerei americani fu danneggiato dal fuoco nemico ma entrambi riuscirono a rientrare a Yontan. Purtroppo, uno degli aviatori americani, il sergente Anthony J. Marchione, rimase ucciso diventando l’ultimo caduto americano nella guerra del Pacifico.
Il B-32 rimasto indenne era il s/n 42-108532, battezzato “HOBO QUEEN II” , un nome che ha richiamato alla nostra memoria un altro episodio capitato dalle nostre parti ad un altro aereo statunitense che portava lo stesso nome.
Questa storia, raccontata dai nostri padri, è stata ottimamente documentata e riportata da Claudio Devigili nel suo interessantissimo libro “IL MISTERO DEL BOMBARDIERE AMERICANO B-24-J CADUTO IL 29 MARZO 1944 A BASELGA DI PINÉ” , edito nel febbraio 2012 dalla Tipografia Editrice TEMI di Trento.


A sinistra: due B 24 del 450th BG durante il bombardamento del 19.4.45;
a destra: un gruppo riduttore del B-24-J trovato sul Ceramonte.


L’aereo, un quadrimotore B-24-J “Liberator” s/n 42-64353, era in carico al 725th Bomb Squadron del 451th Bomb Group e portava il numero tattico 10 dipinto sulla fusoliera. Era stato battezzato dai suoi piloti “HOBO QUEEN” che, tradotto in italiano, vuol dire “La regina degli Hobo” . Il termine “Hobo” indica negli USA quei vagabondi che trascorrono volontariamente la loro vita di senzatetto in continui cammini e che sono raccontati in molti film americani mentre viaggiano clandestinamente sui treni merci che si muovono nelle vaste praterie del West.
Il velivolo fu seriamente colpito a due motori dalla Flak tedesca mentre era impegnato in un bombardamento allo scalo ferroviario della città di Bolzano che, come tutta la nostra regione, era stata allora inglobata nella tristemente nota “Alpenvorland” del Terzo Reich germanico. La ferrovia del Brennero, che passa per lo scalo di questa città, era in quegli anni l’unica via diretta che il Terzo Reich aveva a disposizione per rifornire le truppe tedesche che combattevano in Italia contro gli Alleati, da cui gli intensi bombardamenti a cui era quasi quotidianamente sottoposto.


Profilo del B-24-J “Hobo Quenn” caduto il 24.3.1944 sul Ceramonte.


Mentre il B-24 perdeva gradualmente quota, gli aviatori americani riuscirono a salvarsi tutti con il paracadute, cadendo prigionieri della polizia tedesca che presidiava la regione, nonostante i vari sforzi compiuti della popolazione locale per sviare le ricerche tra cui va ricordato un finto funerale di tre aviatori. Furono liberati e rientrarono tutti in America nell’estate del 1945 a guerra finita. L’aereo, rimasto privo di guida, si schiantò sulle pendici del monte Ceramonte, vicino alla bellissima località turistica di Baselga di Pinè, che trova a circa 20 km da Trento.
Per chi volesse approfondire questo episodio, consegniamo il predetto, interessantissimo libro di Claudio Devigili che racconta dettagliatamente questo episodio della guerra aerea combattuta nella nostra regione durante la Seconda Guerra Mondiale.

Raccomandato a tutti gli appassionati di aeronautica.

Guido Ercole


PUBBLICATO IL 21 NOVEMBRE 2016

Syndicate   Stampa   
 News Riduci

OPEN DAY 2016

Un breve reportage

Si è positivamente conclusa anche la 4a edizione dell’Open Day Modellistico organizzato dal G.M.T. nel weekend del 12 e 13 novembre, a Trento, a Torre Mirana, in pieno centro storico.


L’ingresso della mostra,


La formula dell’iniziativa è stata quella consueta utilizzata anche nelle precedenti edizioni, vale a dire la presentazione dell’attività editoriale svolta dal Gruppo sin dalla data della propria costituzione: 35 volumi e monografie stampate e quattro numeri annui della rivista, il “Notiziario Modellistico”. Tra i libri, da segnalare il nuovissimo “Araldica della Regia Aeronautica, vol.2” che ha riscosso un grande interesse fra appassionati e storici dell’aviazione italiana.


I nostri libri e la rivista “Notiziario Modellistico”.


Secondariamente, l’esposizione, a titolo di rassegna di un centinaio di modelli realizzati dai soci e anche da alcuni amici del Club Modellismo+ Trento, fra cui spiccava un lavoro di gruppo che presentava sei Messerschmitt Bf.108 G-6 realizzati utilizzando sempre la scatola Eduard in 1/48 ma presentando ognuno una livrea o un codice diverso.
Infine, il laboratorio modellistico nel quale alcuni dei soci più esperti hanno illustrato alcune tecniche particolari e lavorato su alcuni pezzi in corso d’opera. Sono stati ca. 300 i visitatori che hanno seguito il lavoro del Gruppo e apprezzato l’allestimento, minimalista ma d’effetto, delle Cantine di Torre Mirana. Al riguardo, un ringraziamento particolare ai Nu.Vol.A. della Protezione civile di Lavis che hanno messo gratuitamente a disposizione dei bellissimi tavoli per l’esposizione che hanno creato un simpatico effetto cromatico nella sala.
A seguire, cliccando QUI di seguito, una breve carrellata di immagini della sala e di alcuni dei pezzi presenti in mostra.

FOTO “OPEN DAY 2016”


Appuntamento, per tutti, alla prossima edizione!


Un saluto e un grazie dai Soci organizzatori dell’evento.
Da sinistra: Claudio Corona, Guido Ercole, Enrico Finazzer,
Sergio Trevisan, Claudio Pergher, Flavio Chistè,
Girolamo Lorusso e Mirko D’Accordi.


PUBBLICATO IL 16 NOVEMBRE 2016

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci


A NATALE REGALA
UN LIBRO

Scegli tra le novità del G.M.T.







O tra quelli che puoi trovare nella finestra sottostante.

Spedizioni gratuite in tutta Italia e, come sempre, sconto del 30% a tutti i Soci.


Buon Natale!

Il G.M.T.




Syndicate   Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LE MACCHINE DI PAVESI

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

CARRO M

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO



AGGIORNATO IL 22.10.2016

Syndicate   Stampa   
 CENTENARIO Iª GUERRA MONDIALE Riduci


Sono iniziate in tutta Europa le manifestazioni in ricordo del centenario di quel terribile conflitto che fu la Prima Guerra Mondiale e che dureranno dal 2014 al 2018. Anche il G.M.T. intende dare il proprio piccolo contributo a questi progetti presentando durante tale lasso di tempo in questo sito e tra le proprie pubblicazioni diversi studi storici e articoli di modellismo dedicati all’argomento.
Queste nostre iniziative saranno evidenziate dal logo appositamente creato e che appare sopra riportato.
Puoi inoltre consultare le nostre iniziative cliccando nei link che verranno via via aggiunti qui di seguito non appena i nostri lavori saranno pubblicati.


FIGURINI ITALIANI
DELLA GRANDE GUERRA
Kit ICM Plastic Model, 1/35

OBICE DA 305/17
Kit Crielmodel, 1/35

NOTIZIARIO “SPECIALE”
1ª GUERRA MONDIALE

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

NIEUPORT Ni-11 “BEBÉ”
Revell, 1/72 modificato

MACCHI M-9
Choroszy Modelbud, 1/72

CAUDRON G3
Autocostruito, 1/72

IL CAPRONI CA 3

MACCHI – LÖHNER L-3
Kit ”vacuformed” KPL, 1/72

ANSALDO - SVA 5

L’AEROPORTO DEL CIRE’
DI PERGINE

AUTOBLINDO AUSTIN PUTILOV
Kit Sparta Modellbau, 1/35

WWI BRITISH TANK Mk.IV MALE
Kit Tamiya, 1/35

L’INCROCIATORE AURORA

FANTE, 47° Reggimento - 1917
Metal Modeles – 54 mm mod.


AGGIORNATO IL 24.08.2016

Syndicate   Stampa   
 NEWS MODELLISTICHE Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy