*
  
*
*
*
Login 
  venerdì 22 settembre 2017 GLI AEREI DAL 1903 AL 1938 (I PRIMI ANNI) * BLERIOT Xi - Kit Frog, 1/72 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 BLERIOT XI - Kit Frog, 1/72 Riduci

BLERIOT XI

KIT FROG, 1/72

Il Blériot era un monoplano monomotore progettato dal francese Raymond Saulnier e costruito da Louis Blériot.
Questo aereo, rivoluzionò completamente le regole della progettazione aeronautica applicate fino al momento della sua apparizione.


Il modello di “Blériot” in 1/72 realizzato da Guido Ercole.


Infatti, le ali e il motore erano montati nella parte iniziale della fusoliera e il timone di direzione nonché quello di profondità erano in coda; la fusoliera era formata da un traliccio portante di legno, rinforzato con cavi di acciaio ed era chiusa nella parte anteriore per proteggere il pilota. Il carrello era ammortizzato in modo innovativo e le ali, per quanto sottili e deboli, erano pure rinforzate da robusti cavi, per meglio sopportare i carichi di volo e di atterraggio. Le ali, avevano un profilo sottile concavo-convesso, erano dotate di un marcato diedro e risultavano prive di alettoni (come nella maggior parte degli aerei dell'epoca). Il rollio era pertanto comandato dallo svergolamento delle estremità alari, azionato da un volantino che guidava anche il beccheggio. Il timone posteriore regolava invece l'imbardata con un sistema a pedale, brevettato dallo stesso Blériot e che divenne poi lo standard ancora oggi in uso su tutti i modelli di aereo. Il motore era un Anzani a tre cilindri da 25 cavalli normalmente montato sulle motociclette, e azionava un'elica bipala in legno laminato.
La velocità massima era di 74 km/h.


Un’altra immagine del modello di “Blériot” in 1/72 realizzato da Guido Ercole.


Con questo aereo il 25 luglio 1909 Louis Blériot compì la prima traversata aerea della Manica e il 23 settembre 1910 il pilota Jorge Chávez Dartnell, conosciuto anche come Geo Chávez, fu il primo a portare a termine la trasvolata delle Alpi.
L’aereo, modificato con diverse migliorie tra cui va ricordato il nuovo motore Gnome rotativo da 50 cavalli fu adottato da diverse forze militari tra cui vanno ricordate quelle della Francia, del Belgio, della Svizzera e dell’Italia.
L’Esercito Italiano lo utilizzò durante l’impresa libica nel 1911/12 durante la quale fu impiegata la 1ª Flottiglia Aeroplani, composta da nove aerei (due Bleriot, due Farman, due Etrich e tre Nieuport, tutti con motorizzazioni di 50 Cv) e comandata dal Capitano Carlo Maria Piazza.


Il Capitano Piazza davanti al suo “Blériot” durante l’impresa libica.


Durante questa guerra furono compiuti i primi voli di ricognizione operativi sulle linee nemiche e, il 1° novembre del 1911 il tenente Gavotti lanciò sull’oasi di Ain-Zara una bomba Cipelli dal peso di due kg e tre bombe dello stesso tipo sull’oasi di Tagiura in quello che è passato alla storia come il primo bombardamento aereo della storia.
Ho trovato, tra le scatole di montaggio che tutti i modellisti conservano in soffitta per costruire i modelli più strani, un vecchi kit in scala 1/72 della FROG che mi ha consentito di realizzare un Blériot dell’Esercito Italiano, con la livrea che aveva la 3ª Squadriglia Aviazione sull’aeroporto di Cuneo nel 1914 durante le manovre compiute in quell’anno nel Monferrato.


La ricostruzione di un “Blériot” esposta al Museo dell’Aeronautica di Vigna di Valle.


Anche questo modello è attualmente esposto, assieme agli altri modelli di aerei italiani in scala 1/72 della mia collezione, presso il Museo dell’Aeronautica ‘’Gianni Caproni’’ di Trento.

Guido Ercole

PUBBLICATO IL 10 FEBBRAIO 2017

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO



AGGIORNATO IL 10.06.2017

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy