*
  
*
*
*
Login 
  mercoledì 22 novembre 2017 GLI AEREI DAL 1939 AL 1945 - 2ª GUERRA MONDIALE * REGGIANE RE 2005 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 REGGIANE RE 2005 Riduci

REGGIANE RE 2005

Kit autocostruito, 1/72

Un aereo italiano realizzato durante la Seconda Guerra Mondiale che mi ha sempre affascinato per l’eleganza delle sue linee è il REGGIANE RE 2005 “Sagittario”.
Progettato dagli ingegneri Maraschini, Toniolo e Pozzi delle Officine Reggiane (Gruppo Caproni) con l’ausilio del tecnico Giovagnoli per quanto riguarda il carrello, conservava la pianta alare e i piani di coda del suo predecessore, RE 2001, ma la fusoliera, il motore, il carrello e i profili alari erano completamente nuovi.


Il modello del Reggiane RE 2005 realizzato da Guido Ercole.


Munito del nuovo motore Daimler Benz 605A da 1475 cv al decollo era armato con 1 cannone Mauser da 20 mm e due mitragliatrici Breda-SAFAT nel muso e 2 cannoni Mauser da 20 mm nelle ali. Raggiungeva una velocità di 628,5 km/h a 6.950 m di altezza.
Purtroppo, come gli altri aerei italiani della serie “5” (Macchi MC 205 e FIAT G 55) giunse troppo tardi per dare finalmente dei validi velivoli da caccia alla nostra Aeronautica. Realizzato in soli 36 esemplari, armò unicamente la 362ª Squadriglia del 22° Gruppo, basata sull’aeroporto di Sigonella, prima, e Napoli Capodichino poi. Risulta che gli ultimi esemplari efficienti siano stati distrutti dai piloti stessi l’8 settembre 1943 su quest’ultimo aeroporto, per impedire che cadessero in mani tedesche. Restano, a testimonianza di questa Squadriglia, solo poche immagini un po’ sfocate scattate nell’estate del 1943.


A sinistra: una foto d’epoca di un RE 2005 sull’aeroporto di Napoli Capodichino,
a destra: il reperto conservato al Museo Caproni di Trento.


Nel corso di una visita al Museo dell’Aviazione ‘’Gianni Caproni’’ di Trento ho però potuto ammirare una piccola parte di fusoliera e del piano verticale di coda di uno di questi aerei, reperto che, mi risulta, sia l’unica testimonianza materiale ancora esistente di questo aereo. Non è un gran che, però consente di determinare con assoluta precisione i colori e l’araldica utilizzata dal predetto reparto della Regia Aeronautica.
Mi è venuta, allora, la voglia di costruire un modello di questo aereo in scala 1/72, per arricchire la mia già ben fornita “collezione” di aerei italiani di tutte le epoche, rigorosamente in scala 1/72 (ho raggiunto il numero di 104 modelli).
Non essendo riuscito a trovare all’epoca un kit che riproducesse questo velivolo nella predetta scala ho pensato di “autocostruirlo” ricorrendo alle numerose scatole di modelli vari che, come tantissimi modellisti, ho in soffitta con l’intenzione (un giorno…) di costruirli.


Altre due foto del modello del RE 2005 realizzato da Guido Ercole.


Per agevolare l’autocostruzione sono ricorso ad un kit di Macchi MC 202 (principalmente per la fusoliera e il carrello principale, con diverse modifiche) e uno di Reggiane RE 2001 (per le ali e i piani di coda), autocostruendo completamente con il plasticard la parte inferiore centrale dell’ala, i vani carrello principale e i relativi portelli, nonché l’ampio radiatone centrale.
Tutto sommato ne è uscito un buon modello, che non sfigura certamente tra quelli ricavati direttamente dai kit acquistati sul mercato.
Questo modello è attualmente esposto nella bacheca che illustra la storia dell’Aviazione in Italia presso il Museo dell’Aviazione ‘’Gianni Caproni’’ di Trento.

Guido Ercole


PUBBLICATO IL 6 FEBBRAIO 2014

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima



AGGIORNATO IL 6.11.2017

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy