*
  
*
*
*
Login 
  domenica 20 agosto 2017 GLI AEREI DAL 1946 AD OGGI * MIG 23 ''TRUMPETER'' Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 MIG 23 ''TRUMPETER'' Riduci

MiG-23M Flogger B

Trumpeter 1/48
Kit Numero 2853

Premessa

Il MiG-23 è stato sviluppato tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70 attorno al concetto di ala a inclinazione variabile in volo, al radar-23 Saphir e ai missili R-23, sviluppati appositamente per questo aereo.


Una bella fotografia di un MiG 23.


Il MiG-23 ha costituito, quindi, per quasi due decenni, il caccia di punta della difesa aerea sovietica e ha rappresentato un importante passo avanti rispetto ai precedenti modelli. Costruito fin dall'inizio in modo da operare da aeroporti avanzati con poche o nulle attrezzature, poteva raggiungere Mach 2,2 con postbruciatore, disponendo di un buon armamento. Distribuito praticamente a tutti i paesi dell’ex Patto di Varsavia, nonché a numerosi alleati di Mosca in tutto il mondo, ha visto un estensivo impiego bellico in tutti i continenti, diventando ben presto uno dei simboli della moderna aeronautica russa.

Il Kit
Malgrado la sua distribuzione e la popolarità l’aereo è stato trattato complessivamente male dalle case modellistiche, dato che nella scala 1/48 si trovava sino ad ora unicamente una vecchissima scatola ESCI/ERTL, recentemente ri-commercializzata da Italeri con nuove decals, ma senza che tuttavia i difetti principali dello stampo venissero corretti. Cosa che richiedeva perciò una dose massiccia di lavoro e ricorso all’after-market per avere una adeguata riproduzione di questo soggetto.
L’uscita del lungamente atteso kit cinese riempie quindi un buco pluridecennale. La scatola è tipicamente Trumpeter: grande e robusta, con un disegno del velivolo in primo piano. Dentro troviamo 12 alberi di sprue per circa 270 pezzi oltre a una lastra di fotoincisioni e trasparenti di buona qualità.
Lo stampo è di notevole qualità. I pezzi maggiori, ali e fusoliera, hanno l’attaccatura allo sprue non sul bordo, ma all’interno di esso ove il pezzo va incollato. Questo per non rovinare il bordo dei vari elementi, davvero molto fine. Il dettaglio superficiale è ottimo, gli incastri molto precisi.


La scatola del kit del MiG 23 della Trumpeter.


Il kit si monta facilmente e il dettaglio generale di vani carrelli e abitacolo è ottimo. Tuttavia, abbiamo rilevato subito alcune migliorie da apportare che elenchiamo di seguito:
• A prima vista, il kit include un ben dettagliato seggiolino eiettabile KM-1M, ma manca il cuscino inferiore che è il kit di sopravvivenza. Inoltre, le protezioni laterali per i piedi sono troppo spesse. La sostituzione di tutto il seggiolino con un altro in resina risolverà il problema.
• Nell’abitacolo manca completamente la manetta del gas, che comunque si può facilmente riprodurre ed incollare alla sua struttura posta sulla sinistra.
• Nelle istruzioni la pinna ventrale pieghevole è disegnata come una piccola pinna ventrale fissa. In realtà la pinna era di dimensioni maggiori e si ripiegava all’atto dell’atterraggio. Quella fornita nel kit va benissimo.
Per contro abbiamo il tettuccio posizionabile aperto/chiuso, mentre molto belle sono le prese d’aria, dettagliabili grazie alle fotoincisioni fornite e che riproducono perfettamente l’originale. Alettoni, flap ecc. sono posizionabili, mentre è fornito un meccanismo per la ritrazione/estensione delle ali, che però consigliamo di non utilizzare pena un modello difficile da muovere e dipingere. Molto belli gli elementi del motore; non si arriva al dettaglio del Mig 23 in 1/32 della stessa ditta, ma post-bruciatore e condotti di aspirazione sono ben riprodotti. Il kit fornisce i flabelli del motore in posizione aperta o chiusa, quest’ultima è quella solitamente mantenuta ad aereo al suolo.


Una delle ottime ‘’stampate’’ del kit della Trumpeter.


Alcune recensioni apparse in Internet criticano il modello per la mancanza del punto unico di rifornimento in fusoliera, vicino ai carrelli. Tuttavia questo non era presente nella versione “M” del velivolo, e venne introdotto solo a partire dalle successive versioni, “MS” e “MF”, forse l’unica differenza esterna tra i vari modelli. Vedremo se la Trumpeter si ricorderà del particolare nelle prossime scatole dedicate al Flogger, di cui questa è comunque solo la prima di una serie; dettaglio evidenziato anche dai pezzi presenti nel kit da non utilizzare e dal quadro strumenti che in realtà è quello di un Mig-23 ML Flogger G.
Notevole l’armamento e i carichi offerti: si parte con una bella riproduzione del potente cannone bicanna Gsh-23 e si prosegue rispettivamente con:
• 2 x piloni APU-23,
• 6 x grandi piloni esterni standard,
• 2 x K-13 rotaie per missili,
• 2 x APU-60-1 rotaie per missili,
• 2 x APU-60-2 rotaie doppie per missili,
• 2 x R-23R (AA-7 Apex) missili a guida radar,
• 2 x R-23T (AA-7 Apex) missili a guida IR,
• 2 x R-13M (AA-2 Atoll) missili a guida IR,
• 2 x R-13M1 (AA-2 Atoll) missili a guida IR,
• 2 x R-3R (AA-2 Atoll) missili a guida radar,
• 4 x R-60 (AA-8 Aphid) missili a guida IR,
• 1 PTB-800, serbatoio sganciabile centrale,
• 2 x serbatoi alari esterni di trasferimento.
Da notare che i missili R-24R / T (AA-7 Apex), così come gli AA-11 Archer vennero utilizzati solo nelle versioni successive del MiG-23, anche se vengono comunque forniti nella scatola. Con questo armamento si può perciò facilmente rappresentare un MiG-23M o MF in qualsiasi versione.


A sinistra: il set di decals compreso nella scatola,
a destra: il set delle fotoincisioni.


Le decals sono al solito molto chiare anche se la versione offerta, però, è unica per un Mig-23, Bort “49 giallo”, sovietico, dipinto in noioso grigio chiaro uniforme, mentre abbiamo una vera abbondanza di decals per la fusoliera, i piloni alari ecc.

Conclusioni
Disponendo delle decals, si può facilmente riprodurre una versione export di questo particolare caccia, magari libica o siriana.
Date le parti in più presenti nel kit dovremo aspettarci per il futuro scatole dedicate al MiG-23ML Flogger G e al MiG-23MLD Flogger K, mentre per il momento non si hanno notizie per la versione da attacco, Mig-23 BN e Mig-27. Si tratta comunque di un ottimo kit, davvero divertente e che consigliamo caldamente a tutti gli appassionati malgrado il prezzo, quasi 50,00 €, dunque non proprio a buon mercato.

Luigi Carretta

PUBBLICATO IL 22 OTTOBRE 2012


 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO



AGGIORNATO IL 10.06.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy