*
  
*
*
*
Login 
  sabato 15 agosto 2020 I CARRI E I MEZZI MILITARI DAL 1940 AD OGGI * WINTER CAMOUFLAGE SU SD.KFZ 251/17 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 WINTER CAMOUFLAGE SU SD.KFZ 251/17 Riduci

WINTER CAMOUFLAGE
SU SD.KFZ 251/17

Queste due righe sono state realizzate per far vedere i passaggi inerenti l’applicazione delle mimetiche invernali a un amico/socio del GMT; poi, in seguito, ho deciso di fare un piccolo reportage fotografico, con tutti i passaggi step by step, condividendolo con tutti visto che il risultato mi appagava molto.
Iniziamo dal mezzo, che è uno dei rarissimi Sd.Kfz. 251/17 consegnato in versione comando alla divisione Goering. Le foto “storiche” di questo mezzo sono veramente scarse e si possono contare sulle dita di una mano; le mimetiche che possono essere utilizzate sono tutte monotono in Dunkelgelb o Dunkelgrau. Così per evitare il classico mezzo monocromatico in Panzergrau ho azzardato una mimetica invernale per dare un po’ di vivacità al modello.
Piccola parentesi sul kit che è uno dei tanti forniti dalla AFV Club: è molto ben realizzato e con svariati pezzi che consentono, ai più informati in materia, anche diverse modifiche o scorte per eventuali modelli futuri. In questa versione vi sono diverse radio da poter montare in questo o in altri veicoli; in più vi è l’aggiunta di alcune parti in resina come le panche interne.
Ma veniamo ora alla verniciatura.
Il mezzo finito doveva essere nel Panzergrau di partenza, però, per far risaltare al meglio la White wash successiva, ho deciso di accentuare la tonalità iniziale stendendola più scura già di base; in questo caso per me, che uso solo colori Mig, la base del set modulazione è la Dunkelgrau Dark. Una volta passato tutto l’esterno con tale colore ho creato un minimo di movimento di tonalità usando la Dunkelgrau Shadow per le ombre e la Dunkelgrau Light base per qualche luce; infine, ho dato una bella passata di lucido per essere pronti per le fasi successive.



Ora che il mezzo è pronto ho creato ancora un po’ di movimento con l’ausilio dei colori a olio che in questo caso sono in formato Oilbrush, sempre della ditta Ammo. Le tonalità usate sono cinque: nell’ordine Dark Brown, Buff, Starship Grey, Dark Mud e Grime.
Le tinte vengono posizionate sul modello direttamente con il pennellino in maniera quasi casuale tenendo il colore più scuro verso l’ombra e il più chiaro verso la luce. Una volta posizionato, l’olio viene tirato con un pennello inumidito di acquaragia, facendo attenzione al verso, che deve sempre essere dall’alto al basso.
Finita la base della colorazione si passa alla “mimetica” invernale usurata vera e propria; si parte con l’ausilio di una lacca spray per capelli (meglio se è di scarsa come qualità così contiene più collante) o, come nel mio caso avendo finito la lacca, usando un liquido dedicato ma dall’effetto medesimo che si chiama Chipping fluid scratches effects, che ho lasciato asciugare per bene dopo due abbondanti mani. Se vedete gocce o colature di questo sul modello state tranquilli che poi non si vedranno più perché è trasparente e con l’acqua da usare nei successivi passaggi svanisce tutto.



Ora inizia il divertimento. Ho mascherato dove andavano le croci e i vari simboli passando poi su tutto il veicolo il bianco opaco “normale” dandolo anche in questo caso a caso. Non tutto il veicolo dovrà essere bianco candido; in alcuni punti ho caricato molto meno il colore per dare una prima movimentazione.



Ora che il mezzo è pronto ho sfruttato il Chipping fluid dato in precedenza e passando il modello con un pennello carico d’acqua a setole non troppo morbide vedremo è comparso, mano a mano, il colore e l’operato sottostante. Dove la scrostatura risultava troppo marcata o accentuata ho sfumato ad aerografo con in bianco opaco in versione washable, che altro non è che un colore che tende a cancellarsi se bagnato con acqua, il che mi ha aiutato negli aggiustamenti finali prima di passare nuovamente ai colori a olio.
A questo punto ho ripetuto le operazioni con i colori Oilbrusher fatte sulla verniciatura di base per dare delle variazioni di tonalità che nella realtà sono dovute allo sporco e alle intemperie.
I colori in questo caso sono leggermente diversi perché ho usato un verde/grigio dedicato ai mezzi invernali che è in formato Enamel invece che Oilbrusher ma funziona alla stessa maniera, mentre per quelli a pennello le tonalità sono Medium Grey, Dark Brown e Starship filter.



Ora che la nostra base è pronta ho proceduto coi ritocchi dando vita ai vari dettagli con dei lavaggi selettivi intorno ai particolari come bulloni e cerniere. In questo caso ho usato la tonalità Dark Brown diluita a dovere in acquaragia e già che c’ero, una volta effettuati tutti i vari dettagli, il rimanente l’ho diluito ancora aggiungendo acquaragia effettuando un po’ di lining che altro non è che delle sfumature fatte con l’olio molto diluito nelle zone che voglio scurire e che si effettua ponendo una passata di questo composto molto diluito nella zona interessata tirandolo sempre nello stesso verso facendo attenzione che il pigmento si fermi dove ci fermeremo noi con il pennello; quindi dovrà essere su un bordo, mentre la parte dove ci sarà l’attaccatura opposta l’ho passata leggermente con un pennello pulito e inumidito di sola acquaragia per far scomparire eventuali distacchi cromatici.



Per ultimare il tutto ho creato qualche sfumatura qua e là con l’Enamel dedicato ai veicoli invernali come ad esempio un angolo superiore del compartimento truppe; ho posizionato l’olio con un pennello abbastanza scarico di quest’ultimo e l’ho passato dove volevo cambiare leggermente il colore, attendo che si asciughi leggermente; poi, con un pennello pulito leggermente inumidito di acquaragia, ho ripassato la zona sfumando la pennellata data in precedenza senza diluizione.
Si sono così create delle piacevoli sfumature di variazione cromatica in diverse zone.



Per finire il tutto ho realizzato qualche segno di colatura dall’altro ottenuto con colori ad olio. Nelle foto a seguire si può vedere il risultato finale di tutti i passaggi…







Paolo Conte

PUBBLICATO IL 9 MAGGIO 2020

 Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 24.07.2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy