*
  
*
*
*
Login 
  mercoledì 22 novembre 2017 I CARRI E I MEZZI MILITARI FINO AL 1939 * CARRI SCHNEIDER CA E ST. CHAMOND Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 CARRI SCHNEIDER CA E ST. CHAMOND Riduci

SCHNEIDER CA, ST. CHAMOND

di W. J. Lawrynowicz,
136 pagine, edizioni AJ Press, euro 25,00

I titoli dedicati ai carri della Iª Guerra Mondiale si possono contare sulle dita di una mano, e meno ancora sono quelli di una certa qualità. A tale categoria appartiene certamente questo titolo della collana della casa editrice polacca AJ Press, praticamente l’unico testo attualmente in circolazione dedicato specificatamente allo sviluppo dell’arma corazzata francese durante il Primo Conflitto Mondiale.


La copertina del libro.

Il testo è fortunatamente bilingue, in polacco e in inglese, il che permette di apprezzare l’ottima opera di ricerca storica fatta dall’autore, e che ripercorre le varie fasi di test e prove che portarono infine all’adozione del piccolo carro della ditta Schneider in un primo tempo e poi del ben più grosso St. Chamond, il cui nome derivava dalla località in cui aveva sede l’officina di costruzione e che fu messo a punto dai servizi tecnici dell’Esercito Francese, desiderosi di dimostrare le loro capacità progettuali e costruttive.
Ad un osservatore distratto i due mezzi possono sembrare tra loro imparentati, soprattutto per via del muso assai simile, ma si tratta in effetti di due modelli di mezzi corazzati completamente differenti. I due carri furono infatti sviluppati in maniera indipendente da quanto fecero gli inglesi nello stesso periodo e addirittura, almeno in una prima fase, in maniera indipendente anche tra loro, stante l’ostilità esistente tra la ditta civile Schneider e alcuni personaggi del corpo tecnico dell’esercito Francese. Per alcuni aspetti si dimostrarono superiori agli omologhi inglesi e tedeschi, soprattutto in tema di mobilità e sterzo, stante anche il peso più contenuto. Comunque entrambi i mezzi non furono esenti da difetti, e le loro tattiche di impiego prevedevano solo un mero appoggio alla fanteria (concetto che si tramutò, nella sua concezione estrema, nel carro Renault FT 17); evidentemente il concetto di massa d’urto corazzata tanto cara a Guderian, e che fece scempio dell’esercito francese solo una ventina di anni dopo era ben al di là da venire; l’introduzione di questi mezzi corazzati significò comunque un notevole passo avanti rispetto alla statica della linea di trincea, e il gran numero di mezzi costruiti, 400 alla fine del conflitto per il solo carro Schneider CA (Char Assault) permise di concepire e mettere in pratica assalti combinati che diedero comunque i loro frutti.


Il retro della copertina.

Il testo del libro è scorrevole e assai ben scritto, corredato lungo le oltre 130 pagine che compongono il libro di una serie di foto, alcune delle quali inedite, e che riguardano sia il carro Schneider che il St. Chamond durante la costruzione e l’impiego, con lo sviluppo dei primi tentativi di mimetizzazione nonché di personalizzazione delle macchine da parte dei loro equipaggi con simboli e disegni del più vario tipo.
Il tutto è corredato da un buon apparato iconografico, ossia ben 122 foto in bianco e nero, alcune semplicemente splendide, e 3 foto a colori dell’esemplare di CA ancora funzionante e attualmente conservato a Saumur in Francia, cui si aggiungono 8 pagine di disegni in scala e 12 tavole di profili a colori, molto belli e completi di viste da ogni lato dei vari mezzi trattati, anche se forse poteva essere inserito qualche profilo in più dedicato al carro Schneider, dato che la parte del leone la fa sicuramente il St. Chamond.
In definitiva un libro altamente consigliabile per tutti gli appassionati dei mezzi del periodo e anche per tutti coloro che vogliano approfondire la tematica dello sviluppo dei primi corazzati.

Luigi Carretta

ARTICOLO PUBBLICATO IL 7 APRILE 2011

Syndicate   Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima



AGGIORNATO IL 6.11.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy