*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 3 dicembre 2020 I CARRI E I MEZZI MILITARI DAL 1940 AD OGGI * M 48A2/GA2 - Kit Revell, 1/35 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 M 48A2/GA2 - Kit Revell, 1/35 Riduci

M 48A2/GA2

Kit Revell, 1/35


Dopo anni in cui sulla famiglia dei carri Patton sembrava essere stato fatto tutto, ecco spuntare la Revell che all’M48 sta dedicando una serie di bei modelli in 1/35.


La copertina della scatola del kit Revell.


Il primo ad uscire, nel corso del 2014, è stato proprio l’M 48A2/GA2, interpretazione teutonica del popolare mezzo USA a cui era stato adattato il portello del capocarro del, il cannone da 105 mm L7 e relativo illuminatore nonché il supporto per la mitragliatrice MG3 del Leopard 1.
Ben 650 mezzi vennero modificati dalla Wegmann di Kassel tra il giugno del 1978 e il novembre 1980; un lavoro che si rese necessario, oltre che per rendere il carro più letale di fronte ai gruppi Operativi di Manovra Sovietici schierati in quegli anni davanti al “Fulda Gap”, anche per rimediare a quello che era uno dei peggiori difetti del mezzo, ossia la piccola cupola del capocarro che ospitava anche la mitragliatrice Browning e che poteva essere azionata elettricamente. Peccato però che oltre a rendere scomoda l’entrata e suscita dal mezzo ciò rendesse anche difficile usare l’arma, che era praticamente impossibile da brandeggiare e che oltretutto diveniva spesso inutilizzabile dato che nel passare attraverso il portello i serventi rompevano con gli scarponi il solenoide del meccanismo di attivazione, davvero troppo delicato per l’uso su un carro da battaglia. Motivo per cui sia gli israeliani, ma anche gli americani in Vietnam, nel ricevere questo carro eliminavano per prima cosa la piccola cupola, sostituendola con un supporto più pratico, con tanti saluti ai teorici dei sistemi d’arma che su un campo di battaglia non avevano però mai messo piede!


Due viste di dettaglio del modello della Revell.


Il kit ad ogni modo è davvero bello, realizzato in cinque diverse stampate di colore verde dentro la solita scatola Revell che ha una box art piacevole anche se non esaltante.
Oltre alle stampate troviamo anche i classici cingoli in vinile sono ben dettagliati anche sul lato interno. L’offerta “aftermarket” per cingoli a maglie separate è comunque talmente vasta che chi vorrà potrà sostituirli senza problemi.
Vero punto di forza del modello, che ha lo scafo inferiore diviso in tre parti, è comunque la finitura superficiale che riproduce ottimamente l’aspetto reale dello scafo e della torretta del carro senza obbligare a stesure di stucco liquido più o meno denso prima della verniciatura. Ottime anche le sospensioni inferiori, non sempre adeguatamente riprodotte nei kit già presenti sul mercato, soprattutto per quanto riguarda i supporti delle stesse. Di pari livello tutto il dettaglio superficiale e i vari accessori da piazzare qua e là, dall’assemblaggio preciso e veloce, anche se le istruzioni peccano di ottimismo prevedendo di incollare piccoli dettagli nel bel mezzo dei 46 diversi passaggi previsti per il montaggio, ma che a nostro parere sarebbe meglio lasciare per ultimi onde evitare danni durante la manipolazione del kit.
Non ci sono fotoincisioni di sorta, mentre è fornito un piccolo cavo metallico per realizzare l’antenna a filo.
Quattro le versioni proposte, sia per i reparti regolari della Bundeswehr che per la milizia territoriale, una specie di “guardia nazionale” in salsa tedesca, con mimetiche cha vanno dal classico verdone scuro ai tre toni NATO, il tutto decorato con tanto di croci nere di grandi dimensioni ai lati della torretta. Questi i mezzi realizzabili:
■ Heimatschutzbrigade 52, PzBtl 523, Lingen, 1990;
■ Heimatschutzbrigade 54, PzBtl 543, hermeskeil, 1989;
■ Heimatschutzbrigade 62, PzBtl 623, Wietmarschen-Lohne, 1988;
■ 4. PzGrenDiv, PzAufklBtl 4, Roding, 1980.


Un modello del carro M 48 A2-GA2 ricavabile dal kit della Revell.


In definitiva un kit ottimo, davvero poco costoso se paragonato a quelli di produzione nipponica, dall’assemblaggio facile e divertente, anche se chiaramente indirizzato quasi esclusivamente ai modellisti tedeschi, data la versione proposta. Ma non potrebbe mancare di attirare anche chi volesse aggiungere qualcosa di un po’ diverso alla propria collezione di modelli yankee. Consigliato vivamente. .
Voto: 8/10.

Luigi Carretta


PUBBLICATO IL 19 GIUGNO 2015

 Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 24.07.2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy