*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 3 dicembre 2020 I CARRI E I MEZZI MILITARI DAL 1940 AD OGGI * Panzerjager-Triebwagen 51 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 Panzerjager-Triebwagen 51 Riduci

Panzerjager-Triebwagen 51

Trumpeter, scala 1/35


La Trumpeter si è dedicata in tempi recenti, tra gli altri numerosi soggetti della sua produzione, anche ai modelli ferroviari tedeschi, rigorosamente bellici. D’altra parte, durante il secondo conflitto mondiale il sabotaggio delle linee ferroviarie rappresentò sempre un grosso problema per l’esercito germanico, che cercò di ovviarvi un po’ in tutti i modi.


Il modello del Panzerjager-Triebwagen 51.


Da quando divennero obsoleti i Panzer IV si pensò di utilizzare una parte degli scafi e delle torrette di questi carri in funzione di protezione ferroviaria, cominciando a tagliare i corpi stessi all’altezza del treno di rotolamento e fissando semplicemente la struttura superiore ai pianali ferroviari da trasporto, soluzione rozza ma efficace.
Si proseguì comunque la ricerca di qualche cosa di più efficace - non a caso tra il materiale requisito al Regio Esercito alcuni tra i pezzi più apprezzati furono proprio le Littorine blindate – decidendo di costruire qualche cosa di dedicato, ideando il soggetto di questa recensione, che non poteva quindi mancare dal catalogo della ditta cinese.
Si tratta di una vera e propria locomotiva blindata e pesantemente armata con due torrette di Pz. IV che nelle intenzioni dell’esercito tedesco avrebbe dovuto pattugliare in completa autonomia le linee ferroviarie per prevenire imboscate e sabotaggi. Ne furono ordinati complessivamente cinque esemplari ma nessuno di essi giunse mai allo stadio operativo prima della fine del conflitto.
Ora la Trumpeter ce ne offre una ottima riproduzione in scala 1/35 composta da ben 14 diverse stampate per un totale di 737 pezzi; le istruzioni sono chiare e facili da seguire, il modello è ben dettagliato a partire dal complesso inferiore delle ruote, dei freni e dei serbatoi dell’aria compressa. Purtroppo tutto il lavoro rimane pressoché invisibile una volta ultimato il modello, con solo una piccola parte delle ruote osservabile sotto il bordo inferiore della blindatura.
Consigliamo vivamente di incollare e fissare al telaio prima solo il complesso delle ruote anteriore e posteriore, appoggiando le ruote sulle rotaie fornite dal kit, e solo a fissaggio avvenuto aggiungere anche le ruote rimanenti (sono 4 assi in tutto), questo per garantire un corretto allineamento di tutte le ruote.
La parte più voluminosa è comunque il complesso della blindatura, veramente impressionante. E’ realizzato in due grosse parti e fornito assemblato a secco nel kit grazie a delle strisce di nastro, privo però di dettagli interni, anche se è possibile montare aperti i pannelli di accesso; in quest’ultimo caso sarà però necessario autocostruirsi tutti gli interni.


La copertina della scatola di montaggio e una stampata del modello.

L’insieme si monta molto bene, gli incastri sono solidi e precisi e l’uso dello stucco è limitato alle sole piastre anteriori e posteriori, per chiudere qualche piccola fessura. Questo fa sì che il montaggio dei pezzi principali sia rapido, mentre una cura e un tempo maggiori dovranno essere dedicati alle due torrette di Panzer IV che componevano l’armamento principale. Gli interni delle torrette sono infatti completi e i portelli potranno essere lasciati aperti per esporre tutti i dettagli presenti mentre, per quanto riguarda le piastre di corazzatura aggiuntive caratteristica principale dei Panzer IV ultima serie, si può scegliere tra due opzioni: o utilizzare i pezzi in plastica forniti dal kit, dal montaggio veloce e preciso ma leggermente fuori scala per quanto concerne lo spessore, oppure ricorrere ai pezzi fotoincisi delle lastre e relativi supporti che si trovano nella scatola. Quest’ultima soluzione è senz’altro la più realistica, anche se più laboriosa, soprattutto per quel che riguarda l’esatta curvatura da dare alle piastre di corazza, per le quali potremo usare come dima le parti in plastica. Le canne dei cannoni da 75 mm KwK 40 L/48 sono fornite suddivise in due parti, cui si aggiungerà il freno di bocca, fornito a parte.


Una foto del dopoguerra del relitto di un Panzerjager-Triebwagen 51.


Lo schema mimetico è unico: il classico colore giallo sabbia di tutti i mezzi blindo/corazzati germanici di fine conflitto. Le decals sono ridotte al minimo, ossia le solite croci tedesche e una curiosa insegna formata da un teschio bianco su sfondo nero da porre sulle fiancate sopra le croci nere, assai simile alle insegne portate sul muso da alcuni carri A7V tedeschi della 1ª Guerra Mondiale. Purtroppo non siamo riusciti a trovare nemmeno un immagine relativa a questa particolare insegna, e dobbiamo fidarci delle indicazioni della ditta cinese.
Un modello così imponente necessita di un adeguata base di appoggio, anche questa fornita dal kit: un rilevato ferroviario completo di traversine e rotaie. L’aggiunta di qualche sassolino di quelli normalmente usati per i plastici ferroviari completerà l’ambientazione.
In conclusione un modello notevole, veramente grande e divertente da montare, che vi permetterà di avere qualche cosa di insolito nella vostra collezione di mezzi corazzati, posto che troviate il posto dove metterlo.
Il prezzo inoltre non è impegnativo, poco meno di 70,00 euro, che lo rende decisamente consigliabile agli appassionati del genere.

Luigi Carretta



ARTICOLO PUBBLICATO IL 26 DICEMBRE 2010

Syndicate   Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 24.07.2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy