*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 3 dicembre 2020 I CARRI E I MEZZI MILITARI DAL 1940 AD OGGI * SOVIET 2S7M – “PYON” - Trumpeter, 1/35 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 SOVIET 2S7M – “PYON” - Trumpeter, 1/35 Riduci

SOVIET 2S7M – “PYON”
SELF-PROPELLED GUN

Trumpeter, 1/35


Identificato per la prima volta dai servizi occidentali nel 1975, il Pyon (“Peonia” in italiano) fu sviluppato come risposta agli obici semoventi M107 e M110 ed è tuttora il pezzo di artiglieria convenzionale più potente mai entrato in servizio. Basato sullo scafo allungato del T-80 è dotato di un cannone 2A44 da 203 mm lungo ben 60 calibri e si stima che ne siano stati costruiti più di 1.000 esemplari, in servizio in molti paesi dell’ex Patto di Varsavia.


La copertina del kit della Trumpeter dedicato al semovente 2S7M “Pyon” .


L’uscita di questo modello della cinese Trumpeter è stata annunciata sin dall’ottobre 2014, ma si è comunque dovuto attendere i primi mesi del nuovo anno per vederlo comparire sugli scaffali dei negozi.
La versione riprodotta è quella entrata in servizio nel 1983 e caratterizzata dal suffisso “M”, a indicare la capacità di un maggiore rateo di fuoco (sino a 2,5 proiettili sparati al minuto), un miglioramento del sistema di tiro e un aumento dei proiettili trasportati dal mezzo da quattro ad otto, eliminando di fatto il veicolo di supporto previsto nella prima versione e dedicato proprio al trasporto di altre quattro munizioni di riserva. La Trumpeter con questo kit ha cercato di dare il meglio di sé stessa. La scatola da 45 x 30 cm nel solito robusto cartone presenta un disegno non esaltante ma comunque onesto. L’insieme delle ben venticinque stampate di colore grigio per lo scafo e marrone per i cingoli a maglie separate, per un totale di 980 pezzi diversi in cui si compone il kit, fa presagire un assemblaggio lungo.
Ai pezzi in plastica si aggiungono poi altre ventisette parti fotoincise e due piccole ruote di gomma per il carrello munizioni accluso... Le stampate, comunque, sono tutte di eccellente qualità, prive come al solito di sbavature e con i segni degli estrattori in posizioni che, ad assemblaggio ultimato, non si vedranno; in generale, il tutto ha spigoli che rasentano il tagliente. Davvero belli lo scafo inferiore e superiore e le due cabine per l’equipaggio, quella anteriore del pilota e quella intermedia per i serventi che è possibile realizzare con i portelli aperti per fare vedere gli interni dettagliati, così come è possibile lasciare aperto il vano dietro il posto di pilotaggio.
Notevole il libretto di istruzioni, al solito con disegni molto dettagliati dei vari passaggi. Il kit è poi comprensivo di sei munizioni e come detto del relativo carrello di trasporto, un indubbio aiuto per la collocazione in un diorama.
Da mal di testa l’assemblaggio dei cingoli, suddivisi in maglie separate di plastica marrone dotati di incastri abbastanza robusti ma che comunque richiedono davvero molto tempo e pazienza. Personalmente non apprezziamo tale scelta perché a parità di lavoro, rispetto all’equivalente di un cingolo a maglie separate della Friulmodel, si avrà alla fine comunque un cingolo di plastica su cui si dovrà lavorare per dare la giusta forma che ne simuli il peso. Vero è che acquistando la scatola si può evitare la spesa di circa 30 euro per cingoli in metallo, cosa che rappresenta il lato negativo della questione. Ad ogni buon conto a voi la scelta, come sempre.


A sinistra: la “stampata” relativa alla scocca del carro,
a destra: le ottime fotoincisioni contenute nella scatola.


Le fotoincisioni sono, ovviamente, per le griglie del motore, per i dettagli della grossa culatta del cannone e delle ruote, mentre le decals sono quanto mai basilari e solo per un esemplare sovietico. Sono forniti, infatti, i vari pannelli strumenti, due serie complete di numeri da 1 a 10 di colore bianco, due stelle rosse che non si capisce bene dove dovrebbero essere posizionate e nulla più. L’unico esemplare proposto è nel solito verdone russo, anche se nella realtà non mancano gli esempi di mimetiche interessanti a più toni, ad esempio dell’Azerbaijan, per cui un piccolo sforzo in più per offrire qualcosa di alternativo, magari poteva anche essere fatto.
Gli attuatori idraulici del semovente sono poi riprodotti tutti con parti mobili, così come mobili sono il brandeggio del cannone e la lama di stazionamento posteriore, che può essere abbassata o sollevata. L’insieme non assume un aspetto giocattoloso come si potrebbe forse pensare, ma ovviamente sarà meglio trovare una posizione ideale del modello una volta montato e fissare per bene tutte le parti per evitare spiacevoli inconvenienti.


Due diverse mitizzazioni del semovente “Pyon”.


Il modello è, al momento in cui leggerete queste note, in corso di montaggio ma comunque sono state effettuate numerose prove di montaggio a secco per verificare la compatibilità degli incastri - che non presentano problemi di sorta – e, soprattutto, vedere l’effetto del gigantesco cannone una volta assemblato il tutto; possiamo garantire che si tratta di un kit davvero imponente, lungo quasi 40 centimetri. Tutto sommato vale i circa 80 euro richiesti. Vivamente consigliato per tutti gli amanti dei corazzati del periodo della Guerra Fredda e che abbiano anche abbastanza spazio!
Voto 8,5/10 e solo perché il numero di pezzi, soprattutto dei cingoli, è davvero eccessivo mentre le versioni proposte sono al minimo sindacale.

Luigi Carretta

PUBBLICATO IL 6 SETTEMBRE 2015

 Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 24.07.2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy