*
  
*
*
*
Login 
  sabato 21 ottobre 2017 I CARRI E I MEZZI MILITARI DAL 1940 AD OGGI * T-55 "ENIGMA" Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 T-55 "ENIGMA" Riduci

IRAQI TANK T-55 “Enigma”

TAMIYA 1/35

L'Iraq fu un importante utilizzatore di carri armati della serie T-54/55, ordinando i primi 250 T-54 dall’ex Unione Sovietica già nel 1958, seguiti da altri 50 nel 1965. Molti di questi carri andarono persi durante la guerra del Kippur e, quindi, ulteriori 300 T-55s furono ordinati nel 1973. Seguirono poi altri consistenti acquisti: 450 T-55 dalle eccedenze di Germania Est e Polonia nel 1980, 250 T-55 e 150 TR-580 (versione rumena del T-55) rispettivamente da Egitto e Romania nel 1981; poi ulteriori 400 T-55, tra cui alcuni esemplari Cecoslovacchi, sempre nel 1981. Inoltre, ben 1.500 carri Tipo 59 e Tipo 69 cinesi, versioni particolarmente economiche del carro, furono acquistati dalla Cina nel corso del 1980.


La copertina della scatola.


Tuttavia, negli anni’80 il progetto di base stava diventando decisamente obsoleto e molti paesi svilupparono degli aggiornamenti locali al fine di modernizzare il T-55; l'Iraq non fece eccezione.
Anche se la denominazione ufficiale irachena non è ancora nota, la variante aggiornata oggetto di questa recensione è stata chiamata, da parte delle forze della coalizione durante la guerra del Golfo del 1991, T-55 "Enigma" a causa della mancanza di informazioni sulle effettive potenzialità della corazzatura aggiuntiva. Questa variante irachena, incentrata sugli aggiornamenti delle protezioni, fu probabilmente sviluppata dopo il T-55AM, già caratterizzato dalla presenza di armature supplementari sui lati e sulla torretta. L'”Enigma” fu quindi uno sviluppo ulteriore del modello che includeva in più corazzature aggiuntive sui lati dello scafo e sulla parte posteriore della torretta, mediante corazze saldate tra loro a forma di scatola, in modo da creare una sorta di armatura distanziata dallo scafo con la torretta dotata di elementi in gomma e, sembra, in ceramica.
Due grandi blocchi con fori per consentire l'accesso ai ganci di traino furono fissati alla piastra anteriore, con il blocco di sinistra posizionato più in basso per aumentare il campo di visibilità del conducente. Un blocco più piccolo fu invece installato sulla sezione frontale di ciascun parafango e altri otto blocchi furono montati lungo ogni lato dello scafo. Due serie di quattro blocchi di corazzature ricurve furono inoltre posizionati lungo i lati anteriore dello scafo e della torretta, mentre due lunghi bracci, estesi dalla parte posteriore della torretta con quattro blocchi di corazza, sono stati installati per servire da contrappeso. Un confronto tra gli esemplari catturati ha permesso di appurare differenze tra i vari blocchi di corazzatura aggiuntiva, sia dimensionali che di finitura, indice di una produzione più artigianale che industriale. L’effetto contro gli Abrams fu comunque pari a zero, dal momento che gli “Enigma” furono distrutti con estrema facilità dai penetratori ad uranio impoverito.


Due foto del modello del T-55 “Enigma” della Tamiya.


Un esemplare catturato intatto è attualmente a Bovington e, a giudicare dalle foto disponibili, è servito come riferimento per la realizzazione di questo kit, che la ditta giapponese immette sul mercato come nuova versione del suo ottimo T-55 uscito nel 2002, ma in realtà in ritardo di qualche anno rispetto alla grande quantità di kit aftermarket dedicati proprio all’”Enigma”. Il modello è stato quindi aggiornato aggiungendo delle stampate di ottima qualità per le nuove corazzature e modificando sia la parte superiore dello scafo, sia la torretta, per permettere l’aggiunta dei nuovi elementi. Rimangono i soliti dettagli da migliorare, già noti da tempo: cingoli che possono essere tranquillamente sostituiti con altri in aftermarket, canna da sostituire con un'altra tornita in alluminio e, infine, aggiunta dei tubi per il combustibile sui bidoni posteriori.
Le griglie posteriori sono riprodotte con una semplice rete di nylon.
Veramente eccellente il figurino, uno dei migliore che mai si siano visti da parte della ditta nipponica, che riproduce – ovviamente - un capocarro irakeno.


A sinistra: le ottime “stampate” del kit della Tamiya,
a destra: particolare della “stampata” con la torretta del carro.


Nessun foglio decals viene offerto con questa scatola e, peraltro, non abbiamo trovato riferimenti nella documentazione in nostro possesso, anche se probabilmente almeno una targa avrebbe dovuto esserci, mentre le istruzioni sono, come al solito, chiare e ben comprensibili.
In definitiva un bel kit, non particolarmente economico ma sicuramente meno dispendioso di tutti i set in resina necessari ad aggiornarne la versione base.

Luigi Carretta

PUBBLICATO IL 2 DICEMBRE 2012

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO



AGGIORNATO IL 10.06.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy