*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 3 dicembre 2020 I CARRI E I MEZZI MILITARI DAL 1940 AD OGGI * ZU-23-2 ANTI-AIRCRAFT GUN - Trumpeter, 1/35 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 ZU-23-2 ANTI-AIRCRAFT GUN - Trumpeter, 1/35 Riduci

RUSSIAN ZU-23-2
ANTI-AIRCRAFT GUN

Trumpeter, 1/35


La ZU-23-2 (Zenitnaya ustanovka, ossia “sistema zenitale”) è la sigla che contraddistingue uno dei più famosi sistemi di artiglieria leggera sovietici. Concepito come arma antiaerea di calibro 23mm sin dai primi anni ’60 e nato per sostituire le mitragliatrici da 14,5mm nel ruolo di difesa leggera antiaerea, fu realizzato accoppiando due cannoni da 23 mm su un unico affusto pesante solo 950 kg e completamente girevole ed elevabile quasi a 90° (da qui il suffisso “zenitale”) e dotato di adeguati sistemi di mira.


La copertina del kit della Trumpeter dedicato alla ZU-23-2.


Durante la guerra del Vietnam divenne uno dei sistemi antiaerei più diffusi ed efficaci, venendo poi esportato in 61 paesi e prodotto in circa 150.000 unità. E’ dotato di caricatori da 50 colpi per arma con una cadenza pratica di 200 colpi al minuto; è ancora oggi assai diffuso, soprattutto sulle cosiddette “tecniche” viste in Somalia, Afghanistan, Libia e Siria, ossia dei pick-up ove il sistema è montato sul cassone e utilizzato come cannone a tiro rapido e ad alta mobilità per i combattimenti a terra. Non si tratta di un uso innovativo, dato che praticamente copia quello che in campo militare si faceva già da qualche decennio, montando l’affusto sui cassoni di camion UNIMOG o GAZ 66/69 sin dai tempi delle guerre nel “bush” africano in Angola e Rhodesia.
Un kit dedicato a questo piccolo complesso binato era stato realizzato qualche anno fa dalla russa Eastern Express che lo commercializzava in accoppiata con il proprio modello in 1/35 del GAZ 66. La qualità complessiva lasciava un po’ a desiderare ma non vi era di meglio a disposizione.
Alla perenne ricerca di nuovi soggetti, e considerata anche la larghissima diffusione e utilizzo di questo complesso binato, la Trumpeter ha quindi deciso di commercializzare un kit ad esso dedicato.
Sin dall’apertura della scatola ci si accorge che il livello di dettaglio complessivo è davvero ottimo, con tre diverse stampate per un totale di 120 pezzi, oltre a una lastra di fotoincisioni, due piccoli tubi di rame e due pneumatici in plastica morbida, ben fatti ma che saranno, come sempre, impossibili da verniciare. Tutto il complesso è perfettamente riprodotto e lo si realizza con l’assemblaggio di diversi sottoinsiemi attraverso ben 17 passaggi diversi.
Lo si può costruire nelle due modalità classiche: marcia o combattimento; in quest’ultimo caso posato a terra con le ruote laterali rialzate. Davvero ben fatto il sistema di puntamento e mira ZAP-23 e anche i sedili dell’artigliere, la protezione superiore del complesso di mira e i caricatori e relative munizioni. I due piccoli tubi in rame riproducono i coprivampa in maniera perfetta per lunghezza e spessore mentre gli pneumatici, che pure hanno ottimo dettaglio, sono invece realizzati in quel castigo divino per il modellista che è il TPE, ossia un elastomero termoplastico morbido che va bene per riprodurre i dettagli dei battistrada ma che è anche assolutamente lucido e oleoso su cui nemmeno l’aggrappante più forte riesce ad aderire. L’unica maniera di realizzare una colorazione e una sporcatura adeguata è di martoriare la gomma con la carta abrasiva, ma si rischia di rovinare il tutto, oppure provare con dei filtri e fissare il tutto con una vernice un po’ elastica, vinilica o similare. Segnaliamo comunque che finalmente da quest’anno l’Italeri ha messo a punto una tecnologia che permette di riprodurre gli pneumatici in gomma morbida senza olii di sorta; per ora, però, se si vuole riprodurre qualche kit Trumpeter tocca sorbirsi riproduzioni di pneumatici di questo tipo o sperare in qualche set in resina.


A sinistra: le istruzioni per la colorazione del pezzo,
a destra: alcune soluzioni alternative per il montaggio.


Le parti fotoincise invece non sono molte e permettono di riprodurre la piastra sotto la culla dell’affusto e qualche altro dettaglio. Sono poi forniti tre piccoli quadrati in plastica che nelle intenzioni dovrebbero riprodurre dei pezzi di legno che solitamente vengono messi sotto i piedi dell’affusto quando questo è montato sul pianale di un camion. Però sono assolutamente irrealistici, e ne consigliamo la sostituzione con elementi di legno vero.
Gomme a parte, in ultima analisi diciamo che il difetto principale del kit consiste sostanzialmente nelle piccole dimensioni di un gran numero di pezzi che risultano dunque difficili da staccare dalle stampate senza essere danneggiati e complicati da maneggiare e montare, soprattutto quelli che riproducono i supporti metallici del seggiolino e dei parafanghi.
In teoria è poi possibile lasciare mobili una serie di elementi dell’affusto, compreso il complesso di elevazione delle armi e i piedi zigrinati; tuttavia, consigliamo vivamente di fissare il tutto onde prevenire disastri in sede di trasporto o colorazione. Quest’ultima è prevista di un unico colore, ossia il classico verde oliva sovietico utilizzato universalmente, anche se durante i vari conflitti irakeni e libici si sono visti affusti colorati in tinta sabbia, per cui le opzioni, per i più volenterosi, non mancano.


Una ZU-23-2 usata come “gate guardian” in una città russa.


Un ultimo appunto riguarda poi la pessima abitudine tutta cinese di riprodurre sulla scatola cose che all’interno non ci sono. Al prezzo di25,00 euro non ci aspettavamo certo di trovare anche un GAZ 66 e tre figurini, come da figura, ma dà comunque fastidio continuare a trovare immagini che possano trarre in inganno qualche acquirente (come nel caso del kit dell’M1078 della stessa ditta); così come dà estremo fastidio trovare sulle istruzioni riferimenti di colori assolutamente inventati, nessun riferimento al colore dei pezzi meno visibili in sede di montaggio (come invece fa la Tamiya) e in qualche caso, ma fortunatamente non per questo kit, indicazioni di montaggio “appese” senza riferimento alcuno su dove piazzare qualche elemento. Questa abitudine davvero pessima sembra caratterizzare un po’ tutte le ditte cinesi, dalla Trumpeter alla Hobby Boss passando per la Bronco, per le quali evidentemente il semplice concetto di rispetto dell’acquirente è alieno quanto la neve all’inferno.
Al modellista navigato la cosa potrà sembrare indifferente ma a qualcun altro un po’ meno, per cui consigliamo attenzione, al lettore come alle case modellistiche, a cui probabilmente andrà bene sino a quando qualcuno non comincerà a fare loro notare che mettere immagini non corrispondenti al contenuto è, a tutti gli effetti, una pubblicità ingannevole, malgrado l’indicazione in piccoli caratteri sulla scatola che “il contenuto all’interno potrà subire variazioni rispetto all’immagine”…
Il voto sarebbe 7/10, ma diventa perciò 6/10 in virtù di queste ultime considerazioni.

Luigi Carretta

PUBBLICATO IL 15 AGOSTO 2015

 Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 24.07.2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy