*
  
*
*
*
Login 
  domenica 17 dicembre 2017 LA STORIA * L’ALLUMINATA NEGLI AEREI DELLA REGIA AERONAUTICA Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 L'ALLUMINATA NEGLI AEREI DELLA REGIA AERONAUTICA Riduci

L’ALLUMINATA NEGLI AEREI
DELLA REGIA AERONAUTICA

di Riccardo Trotta

Note riassuntive relative all’ articolo comparso sul Notiziario GMT n° 1/11

Osservazioni relative al Bollettino Tecnico Informativo n°1 della Direzione Generale Costruzioni ed Approvvigionamenti (DGCA), Novembre 1940

Gli articoli sviluppati in collaborazione da Pierluigi Moncalvo, Stefano Lazzaro e Riccardo Trotta sono stati due. Questa nota è relativa al primo articolo comparso sul Notiziario 1/11.


La copertina del Notiziario Nodellistico n° 1/11

Il documento della DGCA (di cui è allegata copia al Notiziario GMT n°1/11) nella lista dei Materiali Omologati l’elenco delle vernici a cui è stata concessa l’omologazione o l’autorizzazione provvisoria per l’impiego e la denominazione della relativa ditta produttrice.
Sono citati i colori per il camouflage delle superfici superiori, Giallo mimetico, Marrone mimetico e Verde mimetico alla voce Prodotto n°14 – Vernice colorata per finitura alla nitrocellulosa, da dare a spruzzo, sia fornite dalla ditta Fr.lli Masciadri sia dalla S.A. Fratelli Corti; è citato poi all’interno del Prodotto n°30 -Vernice a smalto il colore verde mimetico a pennello della Soc. Vernici Italiana Standard “SVI”. Quindi fra i colori definiti mimetici non c’è alcun riferimento a un “Grigio mimetico”, mentre vengono menzionate all’interno del Prodotto n°14, sopra citato, l’Alluminata a spruzzo della ditta DUCO, omologazione definitiva 6/980 del 29 marzo 1940 e l’Alluminata a spruzzo del Colorificio Italiano Max Meyer, autorizzazione provvisoria d’impiego 6/14131 del 26 luglio1940 (quindi a guerra già iniziata).
E’ sorto quindi l’interrogativo: Quando l’Alluminata o il Grigio mimetico?
(E’ poi da tener presente che la finitura in alluminio appare definita nei documenti dell’epoca in maniera varia: Alluminata, Alluminiata, Alluminio opaco, Grigio alluminio).
Il documento della DGCA datato 8 settembre 1937, protocollo n°33815, dal titolo “Mimetizzazione velivoli” riprodotto alle pagine 26-27 e 28 del libro GMT-CMPR-GAVS sulle mimetiche della Regia Aeronautica 1935-1943 riporta testualmente:
“E’ opportuno ricordare inoltre:
1°) che la mimetizzazione va limitata alla superficie dorsale del velivolo (per le zone ventrali si esclude ogni tinteggiatura mimetica);”

Omissis
4°) che le superfici non mimetizzate dovranno essere dipinte in tinta “Alluminio Opaco” (e, come visto al punto 1, le zone ventrali sono escluse da mimetizzazione).
Sempre con riferimento a documenti ufficiali d’epoca, sul citato libro compare alle pagine 33-34, compare, con la data 21-2-40 la tabella dei prodotti per verniciatura utilizzati dalla SIAI Marchetti: in dettaglio, il prodotto siglato V4-Classe D “Alluminiata” ha impiego per:
“Esterno app. civili, parte inferiore militari”
L’uso del colore Alluminiata è poi previsto come “vernice a finire” per gli alettoni e i deflettori ventrali per l’aereo Breda 65, alle pagine 100/102 del manuale “Istruzioni e norme per il montaggio, la regolazione e la manutenzione” per la versione con motore K14 (1937) e sull’analogo manuale per la versione con motore A80 a pagina 92 (1939).Mentre per tutte le superfici inferiori del K14 il manuale prevede l’uso dell’alluminiata, difficile pensare che, per la versione A80, le parti inferiori delle parti mobili citate differissero per colore dal resto delle parti inferiori della fusoliera.


La supeficie ventrale di un caccia FIAT G.50.


Una tavola emessa dalla DGCA , intitolata “Distintivi per Velivoli Militari Bellici” non datata ma riferibile alla seconda metà del 1940, in quanto l’S79 raffigurato a colori reca già la croce di coda, ma non la banda bianca in fusoliera, riporta nella nota: ”Gli aeroplani devono avere le superfici esterne e superiori laterali mimetizzate (Verde Mimetico, Giallo Mimetico, Bruno Mimetico), le superfici esterne inferiori Grigie. Gli idrovolanti devono avere tutte le superfici esterne grigie; il solo impennaggio verticale (deriva e timone di direzione) deve essere in Verde Mimetico.”
I dubbi che possono esserci su questo “Grigio” riguardano il suo uso sugli idrovolanti: intanto non è definito “Mimetico” come gli altri colori, poi non sono note immagini di idrovolanti in grigio, ma in alluminiata sì; questo grigio potrebbe ancora una volta fare riferimento alla dicitura “Grigio alluminio” considerato che in molte foto gli idrovolanti compaiono con questa livrea.
Sul Grigio destinato alle superfici inferiori esiste almeno un riferimento specifico: Giomar Grigio Ventrale 13247 nell’elenco delle vernici Arson SISI che compare a pagina 31 del citato libro sulle mimetiche; si tratta di un semplice elenco su un foglio dattiloscritto senza alcun timbro e data ma che viene indicato come “databile 1937-38” nella didascalia da parte degli autori del testo. Nell’articolo, a firma Postiglioni, comparso su “Aerei” n°1-1976 a pagina 48, l’autore riporta che nel marzo 1937 la Arson SISI produceva il Grigio mimetico 13177 mentre sempre nel 1937 la stessa ditta produceva anche il Grigio 13247, ma nel Bollettino in questione questa ditta non compare fra quelle produttrici di vernici omologate.
Nel Bollettino, alla voce Prodotto n°30- Vernice a smalto, compaiono un Grigio scuro, sintetico a pennello prodotto dalla DUCO e un Grigio grasso, a pennello del colorificio Max Meyer; quest’ultimo grigio non è definito mimetico e dalla tabella citata della SIAI il colore grigio è previsto per gli apparecchi radio, accessori e particolari del genere.
Nella tabella che riporta le “Classificazioni Vernici per Aeromobili e Mimetizzazioni” comparsa sul fascicolo “Schemi e colori mimetici dell’Aeronautica Militare Italiana - Le macchine e la storia- Profili n°4” di N. Arena e G.Pini edito da STEM Mucchi nel maggio 1975, i due grigi sopra citati hanno codice numerico 1020 e 1045. Questi codici permettono di non confonderli con il “Grigio Azzurro chiaro” citato nella nota datata 20 marzo 1941 e riportata a pagina 40 del libro sulle mimetiche, perché questo colore è individuato dal codice 1008 e definito già in uso alla data della nota stessa.
L’allumino opaco viene sicuramente bandito per le verniciatura degli esterni dalla Disposizione DCA, foglio n°22/31624 dell’11 aprile 1941: questo documento mentre ne proibisce l’uso, automaticamente ne conferma l’esistenza per le superfici esterne nel periodo anteriore a tale data.
Sicuramente l’uso del Grigio è stato previsto per la mimetica a bande a quattro colori come indicato nel disegno a colori originale FIAT, protocollo n°3644 del 29 aprile 1936. Aeroplano Br 20 – Mimetizzazione, dove i colori sulle figure sono contrassegnati da un numero che lo specifica nella didascalia ed il n° 4 è il Grigio.
La tavola è riprodotta all’interno dell’articolo in oggetto.
L’articolo continua poi con l’esame dell’uso del Giallo anticorrosivi (prodotto n°25 nella tabella delle vernici omologate) che, secondo una testimonianza, sarebbe stato usato dalla FIAT sui suoi aerei più o meno dal 1943.

Chi volesse approfondire l’argomento e leggere l’articolo completo le istruzioni su come acquistare i numeri della nostro notiziario sono riportate nell’apposita sezione ‘’LA RIVISTA’’ della sovrastante barra blu del menu.

PUBBLICATO IL 29 SETTEMBRE 2017

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

A NATALE
REGALA
UN LIBRO

Approfitta dell’offerta

SCONTO 30%

cliccando nel link più sotto elencato!



I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima



AGGIORNATO IL 10.12.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy