*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 3 dicembre 2020 MOSTRE E MODELLI * MOSTRA “LA PELLE DEL SOLDATO” - ROVERETO Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Enter Title Riduci
MOSTRA

“LA PELLE DEL SOLDATO”

MUSEO STORICO DELLA GUERRA
ROVERETO


Si è inaugurata il 24 aprile scorso al Museo Storico della Guerra di Rovereto, la mostra “La pelle del soldato”; iniziativa che fa da coronamento alle celebrazioni per il centenario della 1a G.M. e da evento di contorno all’Adunata degli Alpini tenutasi a Trento dall’11 al 13 maggio.


La cartolina della Mostra di Rovereto.


“La mostra è dedicata a un’attività che dalla fine dell’Ottocento, passando per la guerra di Libia, il primo e secondo conflitto mondiale, il Vietnam fino alle guerre contemporanee, rivela la preoccupazione degli Stati nazionali per la vita del propri combattenti.” ha detto il Presidente del museo Alberto Miorandi presentando le centinaia di oggetti che per oltre un secolo hanno accompagnato i soldati in guerra e che nell’allestimento della mostra, ospitata negli spazi da poco restituiti al museo dopo i lavori di restauro, sono organizzati in quattro filoni: MASCHERE, UNIFORMI, ELMETTI E CORAZZE.
“Tra ‘800 e’900 le divise dei soldati subiscono una profonda modifica; - ha spiegato Miorandi - finché sui campi di battaglia si impiegava la polvere nera le divise dovevano essere sgargianti per riconoscere i vari schieramenti tra il fumo degli spari, mentre con l’avvento delle armi da fuoco a retrocarica i soldati devono nascondersi. Questo spiega l’introduzione delle divise mimetiche o con colori adeguati all’ambiente in cui si combatte”.
Visitando la mostra è possibile farsi un’idea dei sistemi difensivi impiegati negli ultimi cento anni, che vanno dalle pesanti corazze in acciaio che ricordano molto da vicino le protezioni dei cavalli di epoca medievale – la cui efficacia sembra peraltro messa in discussione dai fori delle pallottole che presentano i reperti esposti – agli strumenti tecnologicamente più evoluti in uso nei conflitti odierni.
Molti gli esemplari di maschere antigas, uno strumento impiegato in modo sistematicoa partire dalla Grande Guerra, dove per la prima volta si fece uso di gas, in particolare il cloro e l’iprite.


Una foto di Graziano Galvagni dell’allestimento della Mostra.


Ricorda Miorandi che: “durante il primo conflitto mondiale sorge la necessità di proteggere il soldato dalle schegge di granata, dirette e indirette e così viene riesumato un mezzo difensivo che era scomparso dal Seicento: l’elmo di acciaio e le corazze, indossabili o da terreno. ” Ma dagli strumenti di difesa e protezione e anche possibile capire l’evoluzione dei modi di combattere che prevedono sempre meno la presenza degli uomini sui campi di battaglia. “L’evoluzione tecnologica porterà a breve all’impiego de soldato cyborg, dotato di strumenti sofisticatissimi e di un esoscheletro che lo rende capace di trasportare anche centinaia di chili come fosse niente. ” ha precisato Marco Leonardi, curatore della mostra assieme a Davide Zendri e al provveditore del museo Camillo Zadra.
Molti degli oggetti esposti vengono dalle collezioni del Museo, altri sono prestiti provenienti da altri enti tra i quali il Comando delle Truppe Alpine di Bolzano, la 173rd Infantry Brigade (Airborne) di Vicenza e il Museo Navale di Venezia.


Un’altra foto di Graziano Galvagni dell’allestimento della Mostra.


Fra le curiosità, dai prototipi delle maschere anti-gas comprese quelle per i cavalli, decine di elmetti, divise che via via si sono evolute sia cromaticamente che nei materiali.
Mostra nella mostra, infine, i nuovi spazi che ospitano l’esposizione, con le tracce di affreschi e di decorazioni restituite al loro antico splendore.
La Mostra rimarrà aperta sino al 31 marzo 2019. Dal martedì alla domenica orario 10.00-18.00. Chiuso il lunedì.

Da “Il Trentino” – 24.04.2018

PUBBLICATO IL 13 MAGGIO 2018

 Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 24.07.2020

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy