*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 21 settembre 2017 NAVI E IMBARCAZIONI * HMS ESKIMO - Kit Trumpeter 1/350 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 HMS ESKIMO - Kit Trumpeter 1/350 Riduci

HMS ESKIMO

Destroyer 1941
Kit Trumpeter 1/350


Durante gli anni ’30, in previsione di un eventuale prossimo conflitto, le principali marine si dotarono di numerose classi di grandi cacciatorpediniere, navi multiruolo molto veloci e ben armate da adibire a missioni di esplorazione o di scorta, sia al naviglio militare che a convogli di navi mercantili. Anche in Inghilterra si diede il via a due distinti programmi di costruzione di tali navi, classificate nella Royal Navy nella categoria “destroyer” e riuniti sotto l’unico nome di classe “Tribal”.
Sette furono costruiti a partire dal 1935 e nove dal 1936, con altri tre costruiti in Australia e otto in Canada, tutti battezzati con il nome di tribù indigene dell’Impero Britannico.


Una foto un po’ sgranata dell’HMS Eskimo


L’HMS Eskimo (in italiano “Eschimese”) apparteneva al primo programma di costruzioni. Varato il 3 settembre 1937 entrò in servizio il 30 dicembre dell’anno successivo con distintivo ottico L75 (mutato in F75 nel 1939 e, definitivamente, in G75 nel 1940), servendo durante la Seconda Guerra Mondiale nel Mare del Nord, nel Mediterraneo e in Estremo Oriente. Dei 16 “Tribal” costruiti in Inghilterra, l’Eskimo fu uno dei 4 che sopravvissero alla guerra. Alla fine del conflitto venne usato come nave bersaglio e fu poi demolito nel 1949.
Nave ben conosciuta, la Trumpeter gli ha dedicato ora una scatola nella popolare scala 1/350. All’interno troviamo uno scafo in un pezzo unico, il che indica un certo progresso tecnologico della ditta cinese ora in grado di stampare finalmente pezzi a piani diversamente inclinati senza ricorrere a noiose suddivisioni, che hanno il solo merito di moltiplicare i pezzi della scatola e il nervosismo del modellista. Sullo scafo stesso vi sono incisi gli oblò e l’occhio di cubia dell’ancora ma nessuna demarcazione della linea di galleggiamento, mentre la parte presenta alcuni segni di iniezione, peraltro facilmente eliminabili.


La copertina della scatola di montaggio del Kit Trumpeter


Nel kit c’è poi un gran numero di parti non necessarie e destinate a versioni differenti della stessa classe Tribal, come per esempio i cannoni da 20mm Oerlikon che sull’Eskimo non erano presenti. Il ponte, dotato di un lungo castello di prua, è suddiviso in vari pezzi frazionati tra le varie stampate. Qua e là, ad esempio sul tagliamare e sulle piattaforme delle postazioni antiaeree, sono presenti alcuni segni di stampata. Il lanciatore quadruplo dei siluri è completo delle armi e sono discreti anche gli scudi dei cannoni da 120/50, le mitragliere quadrinate Vickers Mk.III così come le eliche, i proiettori e le scialuppe. Una lastra fotoincisa contiene i pezzi per gli scudi dei cannoni, le varie antenne, gli accessori per i fumaioli, la catena dell’ancora e le varie scalette di bordo.


La stampata unica dello scafo presente nel kit


Le decals sono ridotte al minimo, con la bandiera della marina inglese e il distintivo ottico delle fiancate (G75) . In generale il dettaglio è fine e privo di sbavature, tuttavia vi sono alcuni errori, probabilmente derivati dal fatto di volere realizzare più versioni o diverse unità partendo dalle stesse stampate e che abbiamo individuato confrontando i disegni della nave con il kit.
Dopo qualche perplessità e ricerche aggiuntive, abbiamo infatti appurato, senza ombra di dubbio, che i cannoni pom-pom a 8 canne presenti nella scatola non erano originariamente montati sulla classe Tribal, che aveva sistemi a 4 canne, così come non sono corrette le scialuppe (sono quelle della classe Hipper). A tutto ciò si aggiungono le istruzioni, contenute in un libretto di una decina di pagine nell’ormai noto stile Trumpeter: lo schema di colorazione proposto è sbagliato, dato che è quello messo a punto da Peter Scott (l’ufficiale di marina che creò questa mimetizzazione nel 1941 per i Western Approaches, cioè per le navi che dovevano operare nell’Oceano Atlantico e che aveva lo scopo di dissimulare le sovrastrutture). Questa mimetizzazione fu però applicata sull’Eskimo solo dopo i grandi lavori a cui venne sottoposto a guerra oramai avanzata e che ne cambiarono radicalmente la sovrastruttura (che non è, invece, quella originale proposta nel kit).


Una pagina delle istruzioni (con la mimetizzazione non corretta) per la colorazione del kit.


Inoltre, alcuni passaggi delle istruzioni destano più di una perplessità, come il montaggio di alcuni elementi prima del montaggio del ponte principale. Ancora una volta, sembra proprio che in Cina il pre-montaggio dei kit prima di metterli sul mercato, per vedere se tutto funziona, proprio non venga messo in atto.
Converrà pertanto procedere con una certa prudenza, provando a secco i vari pezzi. Al massimo da scatola si può comunque riprodurre l’HMS Eskimo del periodo 1940/41, quando non era ancora dotato di mimetizzazione. I pezzi della scatola sono in pratica quelli della serie successiva del 1938-39 e andrebbero bene per realizzare un modello dell’HMS Zulu, sempre che le scialuppe e i pom-pom vengano corretti.
In definitiva, quindi, si tratta di un kit ibrido, a cui prestare la massima attenzione nel montaggio se proprio volete “imbarcarvi” (è proprio il caso di dirlo…) in questa avventura.

Luigi Carretta

PUBBLICATO IL 3 NOVEMBRE 2013

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO



AGGIORNATO IL 10.06.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy