*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 23 novembre 2017 NAVI E IMBARCAZIONI * IL BUCINTORO DEL TERZO MILLENNIO Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 IL BUCINTORO DEL TERZO MILLENNIO Riduci

IL BUCINTORO
DEL TERZO MILLENNIO

Sabato 31 maggio 2014, in occasione della “Festa della Sensa” (Festività dell’Ascensione, per i non Veneziani) si è svolta alla presenza di un folto pubblico presso l’Arsenale di Venezia una bella cerimonia di pace ritrovata tra la Città di Venezia e la Francia, presieduta dall’Assessore alle Manifestazioni Storiche e Culturali del Comune di Venezia, Roberto Panciera.


Un momento della cerimonia della posa della chiglia del nuovo Bucintoro.


In questa occasione è stata posta sullo scalo, a cura della “Fondazione Bucintoro”, la chiglia di quello che dovrà essere il nuovo “Bucintoro del Terzo Millennio” .
Come tutti sanno il Bucintoro era la nave di stato della Serenissima con la quale il Doge di Venezia celebrava proprio nel giorno dell’Ascensione la cerimonia detta dello “Sposalizio del Mare”, lanciando un anello d’oro in mare in segno benaugurale per tutti i marinai. L’ultimo esemplare di questa nave fu distrutto proprio dai soldati francesi di Napoleone Bonaparte all’inizio del 1798, dopo la caduta della Repubblica di Venezia. Ora, anche a parziale rifusione di tutti i danni inferti alla città dal generale corso e dal suo esercito, una delegazione francese di Bordeaux, Aquitania e Dordogna è arrivata in Arsenale per l’occasione e ha formalizzato la donazione di 600 alberi di rovere di 200 anni d’età, adatti alla ricostruzione di questa nave.


A sinistra: particolare della chiglia con le tradizionali giunture dell’Arsenale,
A destra: la “Tesa n° 3” delle Galeazze dove verrà costruita la nave.


Ricordiamo che gli alberi con le caratteristiche necessarie per questo genere di costruzioni sono oramai praticamente introvabile nei boschi italiani e, in Europa, si trovano oramai quasi esclusivamente nei boschi della Dordogna. Anche il Trentino collaborerà a questa “ricostruzione”, donando a sua volta il legno di cirmolo, proveniente dai boschi delle valli di Fiemme e di Fassa, necessario per la realizzazione delle statue e delle decorazioni della nave.
La chiglia in questione, vera e proprio “spina dorsale” dell’imbarcazione, lunga come quella del Bucintoro distrutto nel 1798, cioè “100 piedi veneti” pari a 34,80 metri, è stata realizzata con le tecniche tradizionali di costruzione nel cantiere di Attilio Menetto di Pellestrina, che realizzerà anche tutte le parti restanti della nave, un vero e proprio modello in scala 1/1. I vari pezzi saranno poi assemblati tra di loro in Arsenale, nella “Tesa n° 3” delle Galeazze, messa a disposizione dal Comune di Venezia e opportunamente adattata dal Magistrato alle Acque. I lavori, che inizieranno da subito, dovrebbero durare circa quattro anni, finanze permettendolo. La “Fondazione Bucintoro” è, infatti, alla ricerca di uno o più “sponsor” per poter completare degnamente l’opera.
Accanto alla chiglia erano anche esposte, a formare un palco, cinque ordinate della nave già realizzate.


Il “picchetto d’onore” indossava i tradizionali costumi del Reggimento
“Veneto Real”, che nel ‘700 montava la guardia al Bucintoro.


Un doveroso ringraziamento da parte di tutti gli appassionati di questa materia va sicuramente al Generale Giorgio Paternò, Segretario della Fondazione, che da anni si spende senza limiti in questa iniziativa, e all’Avv. Giorgio Suppiej, Presidente dell’Associazione “Amici della Sensa”, che collabora all’iniziativa.

Guido Ercole

PUBBLICATO IL 2 GIUGNO 2014

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima



AGGIORNATO IL 6.11.2017

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy