*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 23 novembre 2017 NAVI E IMBARCAZIONI * PBR 31 MARK 2 “PIBBER” - Kit Tamiya, 1/35 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 PBR 31 MARK 2 “PIBBER” - Kit Tamiya, 1/35 Riduci

PBR 31 MARK 2 “PIBBER”

Kit Tamiya, 1/35


Una delle più intriganti creature navali della U.S. Navy durante il conflitto del Vietnam fu rappresentata dal PBR 31, acronimo di Patrol Boat Riverine (Barca per Pattugliamento Fluviale).


Foto di un PBR 31 scattata lungo un fiume Sud-Vietnamita.


Il “Pibber”, come venne informalmente ribattezzato dagli equipaggi, fu impiegato principalmente per il pattugliamento del Delta, volto a stroncare il passaggio di materiale e rifornimenti attraverso questa naturale via d'acqua, ma anche per l'inserimento delle forze speciali, ed al bisogno per evacuazione di truppe. Il motoscafo, colonna portante della River Patrol Force, Task Force 116 (fondata il 18 dicembre del 1965), poteva essere equipaggiato con una varietà pressochè infinita di sistemi d'arma, rendendolo uno dei più efficaci strumenti navali dell'arsenale U.S. Navy nel conflitto. Prima dell'avventura Vietnamita le forze navali Americane non disponevano di mezzi specificatamente pensati per il contesto fluviale, dove sono necessari agilità, velocità, forte capacità di accelerazione, scafi con pescaggio ridotto adatti ad operare in acque basse, pertanto agli inizi del conflitto partì una serie di contatti e consultazioni con i cantieri navali americani che si occupavano di naviglio da diporto, al fine di trovare in tempi ristretti la risposta più adatta alle esigenze belliche.


La copertina della scatola del Kit della tamiya in 1/35.


Per il modello 31 fu scelto lo scafo prodotto dalla Modutec Marine di Seattle (Washington), interamente in vetroresina. Il Mark 2 era lungo poco meno di 10 metri, largo 3,6 , con un pescaggio di 80 cm ed un dislocamento a pieno carico di oltre 8 tonnellate. Propulso da 2 motori Detroit Diesel Navali V6 da circa 200 cavalli, ognuno dei quali alimentava un idrogetto Jacuzzi 14YJ, il motoscafo raggiungeva una velocità massima di 29 nodi (circa 52 km/h). La scelta degli idrogetti consentiva di poter agire in acque piene di detriti e con poca profondità, inoltre la particolare conformazione dei due Jacuzzi 14YJ consentiva di fermare letteralmente il natante dalla massima velocità in poche decine di metri. Analogamente a quanto accade per gli invertitori di spinta nei motori a getto degli aerei (ricordatevi cosa succede poco dopo aver toccato la pista quando si atterra in aeroporto), questi due idrogetti erano forniti di una paratia mobile che in posizione abbassata invertiva il flusso dell'acqua, frenando in modo violento ed efficace il moto del PBR (vedi immagine allegata). A protezione dell'equipaggio vi erano scudature in kevlar in prossimità dell'armamento e nella zona di pilotaggio, mentre a protezione dello scafo (la vetroresina era decisamente delicata) furono applicati dei fogli di alluminio nelle zone più soggette ad usura.


Il modello realizzato da Marco Penasa.


Il PBR 31 mk 2 aveva un equipaggio di 4 marinai, disponeva di un radar di scoperta, 2 radio e comunemente era armato con una torretta girevole composta da una coppia di mitragliatrici M2HB calibro .50 in prua, un'altra calibro 50 a poppa, una mitragliatrice M60 ed un lanciagranate M19 automatico. Naturalmente i marinai potevano imbarcare granate, fucili d'assalto o ulteriori M60, rendendo di fatto infinite le combinazioni dell'armamento di bordo.

IL MODELLO

Tamiya
è divenuta negli anni sinonimo di assoluta qualità nella produzione modellistica, qualsiasi soggetto essa riproduca, sarà difficile trovare difetti macroscopici nelle sue creazioni.
Anche per questo Pibber, risalente agli anni '90 il montaggio è andato liscio come … le acque scure del delta dove operava a partire dal dicembre del '66.
Montato il tutto senza problemi ho passato il modello con il Primer bianco Tamiya, per poi effettuare un preshading con il giallo, il marrone ed arancio. Ho aerografato e poi mascherato alcune zone con un colore molto chiaro per simulare poi le scrostature dalle quali si intravede la vetroresina sottostante. Ho utilizzato 4 tipi di Olive Drab della Gunze ed 1 della Tamiya, alternandoli e schiarendoli dove necessario con giallo, sabbia e nocciola. Per il rosso al di sotto della linea di galleggiamento ho effettuato un mix di Red Brown Gunze e rosso opaco.


Due immagini di dettaglio del “Pibber”
realizzato da Marco Penasa.


La tela che copre la zona di pilotaggio ha un colore diverso, ho utilizzato una mescola di Khaki Gunze e Olive Drab, mascherando prima le zone in corrispondenza delle centine dove sono più chiare.
Le cime per fissare le gomme ai lati dello scafo sono in cotone bagnato con la colla vinilica per contenere l'odioso effetto causato dalla proliferazione di peli ....
Le stelle bianche sono aerografate tramite semplice mascheratura, mentre per il numero della barca e l'insegna dell'unità ai lati del posto di pilotaggio ho utilizzato le decals del kit.
Accent Line Tamiya per enfatizzare i recessi, matite acquerellabili qui e là per rompere un po' la monotonia del verde, qualche scrostatura con gli acrilici a pennelle e spugnetta ed il Pibber è finito.
E' un soggetto particolare, diverso dalle solite cose, bello da esporre. Ogni tanto fa bene cambiare...

Marco Penasa

PUBBLICATO IL 3 MARZO 2016

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima



AGGIORNATO IL 6.11.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy