*
  
*
*
*
Login 
  domenica 25 giugno 2017 NAVI E IMBARCAZIONI * R.N. VITTORIO VENETO Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 R.N. VITTORIO VENETO Riduci

R.N. VITTORIO VENETO

Trumpeter, scala 1/700

Alla fine degli anni trenta del secolo scorso le navi da battaglia classe “Littorio” rappresentavano l'apice della tecnologia italiana in fatto di costruzioni belliche navali. Impostata nel 1934 e varata nel 1937, la Vittorio Veneto fu la prima ad essere consegnata – tanto che la classe a volte viene identificata con il suo nome – ed entrò in servizio nell'aprile 1940, troppo presto per prender parte alla battaglia di Punta Stilo.


Una celebre immagine delle R.N. “Littorio” e “Vittorio Veneto”,
in navigazione di guerra nell’estate 1940.


Successivamente partecipò alle battaglie di Capo Teulada, Capo Matapan e di Mezzo Giugno 1942. Prese altresì parte ad altre azioni nel Mediterraneo, alcune delle quali dirette a intercettare la flotta britannica impegnata a rifornire Malta, operando dalle basi di Alessandria e Gibilterra, ma anche per proteggere dalla medesima il traffico italo-tedesco convogliato verso la Libia. Come noto, da questi vitali rifornimenti di armi, viveri e combustibile dipendevano le sorti dei rispettivi eserciti impegnati nel teatro nordafricano e per questo motivo la guerra nel Mediterraneo è stata definita anche la "Battaglia dei convogli", essendo mancata la classica battaglia navale risolutiva fra il grosso delle flotte, tanto auspicata dalla Regia Marina.
Le altre navi della classe erano la Littorio (Italia dall’agosto 1943), la Roma e l'Impero, quest'ultima rimasta incompleta e mai entrata in servizio. La Vittorio Veneto sopravvisse alla guerra e fu radiata nel 1948 a La Spezia, dopo che la Gran Bretagna rinunciò ad essa come preda di guerra.


Lo schema mimetico della “Vittorio Veneto” nell’estate 1941.


Il kit Trumpeter si compone di 10 stampate ben imbustate e letteralmente stipate nella scatola, forse un po' sottodimensionata; i pezzi in totale sono circa 450. Da segnalare l'ottima definizione degli stampi con oblò, portelli, scalette e altri piccoli dettagli. Non mancano due dei tre idrovolanti Imam Ro.43 imbarcati a bordo: questi minuscoli (in scala) aerei sono in plastica trasparente, quindi da dipingere color alluminio lasciando trasparenti solo i canopy. Sono presenti le decals per i due idro (attenzione, sono delicatissime e non vanno applicate le bande bianche sulla fusoliera) e per lo scafo con il nome della nave; per queste ultime ci sono difficoltà nel corretto posizionamento perché, a mio parere, la zona interessata (fiancata sotto il cassero poppiero) è troppo "densa" di oblò.


La copertina della scatola del kit “Trumpeter”.


Trumpeter concede un piccolo assaggio di fotoincisioni (funnel top, carrelli idro e gru di recupero, oltre a una serie di griglie di areazione): poca cosa, mancando completamente le battagliole e la catapulta. Lo scafo è diviso in due metà, superiore e inferiore (attenzione alle linee di giunzione durante il montaggio), mentre i ponti sono due: quello principale, liscio da riprodurre in color grigio scuro, e ponte del cassero poppiero, con le pannellature in negativo del tavolato da riprodurre in color teak, entrambi con bitte, portelli, rotaie e altro, finemente dettagliati. Ben scomposte le torri dell'armamento principale, con possibilità di poter montare i pezzi da 381 mm brandeggiabili o fissi (i brandeggiabili sono sprovvisti del telo paravampa). Anche le altre armi (cannoni contronavi e contraerei sia in torretta sia scudati e tutte le mitragliere) sono ben riprodotte.
L'opera viva dovrà essere in verde scuro anziché nel classico rosso scuro consigliato nelle istruzioni. A proposito di istruzioni, manca completamente il dettaglio delle antenne, del cordame e dei tiranti presenti su/fra le alberature. É presente la base piatta per chi sceglie l'opzione waterline e una bella basetta da valorizzare con appropriata verniciatura per la versione a scafo intero.


Il kit “Trumpeter” in fase di montaggio.


Ben riprodotte le scialuppe e le lance di servizio, anche queste con oblò, portelli e accessi sottocoperta dettagliati al limite dell'incredibile.
Considerato il prezzo della scatola (circa 40 euro), qualche fotoincisione in più e un foglio con le bandiere, del tutto assente, sarebbero stati graditi. Si tratta comunque di un ottimo kit da montare "golosamente", limitando al massimo l'uso di lime e carta smeriglio per non danneggiare i dettagli più minuti. Visti il numero e le dimensioni dei pezzi (alcuni sono veramente microscopici), consiglierei questo kit a chi abbia un minimo di esperienza nel settore navale in piccola scala.

Paolo Ciampelli
Gruppo Plastimodellismo Fiorentino


ARTICOLO PUBBLICATO IL 9 MARZO 2013

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO



AGGIORNATO IL 10.06.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy