*
  
*
*
*
Login 
  giovedì 13 agosto 2020 Registrazione 
 G.M.T. - TRENTO Riduci

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

Iscritta nel Registro delle Associazioni di Promozione Sociale della Provincia Autonoma di Trento in data
9 agosto 2018 al n° 576

L’ATTO COSTITUTIVO

IL NOSTRO STATUTO

LETTERA AI SOCI 2019
E PROGRAMMI 2020


AGGIORNATO IL 22/12/2019

Syndicate   Stampa   
 PRIVACY Riduci
TRATTAMENTO DATI

Con il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR).
Il Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica sta aggiornando la propria politica sulla privacy per ottemperare a quanto disposto con l’entrata in vigore del GDPR (come da Regolamento UE 2016/679).
Con questa comunicazione informiamo che il gruppo Modellistico Trentino di Studio e Ricerca Storica detiene e conserva in modo sicuro i vostri dati rivenienti dalla visione di questo sito, utilizzandoli esclusivamente per gli scopi statutari e assicura che tali dati non saranno ceduti a terzi.
La visione di questo sito comporta l’implicita accettazione della nostra politica sul trattamento dei dati.

PUBBLICATO IL 25/05/2018

Syndicate   Stampa   
 IL NOSTRO SITO Riduci
Cliccando nella sovrastante BARRA BLU si possono aprire le varie “finestre” del nostro sito. In tal modo si potrà vedere CHI SIAMO (visitando anche la FOTO GALLERY dei modelli realizzati dai nostri associati), conoscere gli studi dei nostri Soci - e non solo - messi a disposizione di tutti gli appassionati di storia e di modellismo nonché le ricerche pubblicate nei nostri LIBRI e nella nostra RIVISTA. Si potranno, inoltre, leggere gli ARTICOLI scritti dai nostri collaboratori, rivivere i più importanti EVENTI G.M.T.che abbiamo realizzato in tutti questi anni, o, infine, entrare nei più interessanti siti in materia di storia e modellismo presenti sul web tramite I LINK.
Inoltre, per migliorare sempre più le nostre immagini a disposizione di tutti gli appassionati di modellismo, abbiamo attivato una “Foto Gallery ad alta definizione”. Puoi vederla cliccando nel link sottostante:

FOTO GALLERY H.D.



Alcuni dei modelli presenti
nelle nostre “Gallerie”.


Buona visione a tutti!

AGGIORNATO IL 2.03.2018

Syndicate   Stampa   
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE E FOTOGRAFIA
(CLAUDIO CORONA):
fotocorona@gmail.com


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE E GESTIONE DEL SITO WEB:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamo.lorusso.gl@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL10.11.2019

Syndicate   Stampa   
 LA NOSTRA RIVISTA Riduci
Il ”NOTIZIARIO MODELLISTICO”

Il G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica pubblica da circa trent’anni il ’Notiziario Modellistico’’ che è la rivista ufficiale del Gruppo e viene inviata gratuitamente a tutti i soci.


Le copertine degli ultimi numeri.

Vengono pubblicati tre numeri ogni anno e, in ogni numero, sono presenti articoli storico-modellistici che trattano le varie specialità del modellismo statico: aeronautico, navale, figurinistico, dei carri e dei mezzi militari o civili.
Partiti da un semplice ciclostilato fatto in casa, la rivista si è via via evoluta passando alla stampa e, negli ultimi numeri grazie anche ai progressi introdotti dai personal computer sempre più ‘’grafici’’ ed evoluti, anche al colore.
RICORDIAMO COMUNQUE CHE IL ”NOTIZIARIO MODELLISTICO” VIENE REALIZZATO IN TIRATURA LIMITATA ESSENDO UNA PUBBLICAZIONE GRATUITA DESTINATA AI SOCI. LA DISPONIBILITA’ RESIDUA E’ QUINDI, SEMPRE, MOLTO RIDOTTA. PERTANTO, PER OTTENERE REGOLARMENTE TUTTI I NUMERI, E’ OPPORTUNO DIVENTARE SOCI DEL G.M.T.
Cliccando nel link sottostante puoi avere un’idea dei nostri lavori e vedere anche gli argomenti trattati dal 1985 ad oggi. Ci sono anche le istruzioni per i non soci che desiderassero procurarsi i numeri finora usciti e ancora disponibili del nostro ‘’Notiziario’’ .

IL NOTIZIARIO MODELLISTICO




Il Gruppo Modellistico Trentino tutela i propri collaboratori non diffondendo i loro dati personali o i recapiti. E’ tuttavia possibile contattare gli autori od ottenere chiarimenti in merito a quanto pubblicato contattando il Direttore Responsabile della testata, all’indirizzo:

direttorenotiziario@
gmtmodellismo.it

AGGIORNATO IL 3.11.2019

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci
TRASFORMAZIONE
DEL G.M.T. DA
“ASSOCIAZIONE CULTURALE”

IN “A.P.S. – ASSOCIAZIONE DI
PROMOZIONE SOCIALE”
Il 30 giugno 2018 si è svolta a Trento un’Assemblea Straordinaria dei Soci del Gruppo durante la quale è stato approvato un nuovo Statuto per consentire alla nostra Associazione di mutare la propria classificazione da Associazione Culturale in A.P.S. Associazione di Promozione Sociale, processo resosi necessario a seguito dell’entrata in vigore della Legge n. 106 del 6/6/2016 (Riforma del Terzo Settore) e del DL 117/2017 (introduzione del Codice Unico del Terzo Settore).
Puoi seguire l’iter procedurale di questa iniziativa e vedere il nuovo Statuto, già approvato, cliccando nel link sottostante.

ASSEMBLEA STRAORDINARIA
DEL 30 GIUGNO 2018


AGGIORNATO IL 27 LUGLIO 2018

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

PER TUTTI GLI APPASSIONATI
DI AERONAUTICA
RICORDIAMO CHE
E’ USCITA LA NUOVA
MONOGRAFIA DEL GMT

STRANGEFIGHTERS

Ovvero, F-104: Aspetti poco noti di un velivolo molto conosciuto

di Aldo ZANFI
ISBN: 978-88-98631-15-5
ISSN: 20392451



La copertina della monografia.


Volume di 108 pagine, full colors, in formato A/4 stampato su carta patinata opaca da 130 grammi, con copertina in cartoncino plastificato a 4 colori, con oltre 250 immagini a colori e in b/n ed una quindicina di disegni e schemi.
In occasione del 40° anniversario dalla propria fondazione il GMT vuole proporre a storici, modellisti e appassionati il risultato di una ricerca su uno dei velivoli più rappresentativi del periodo noto come “Guerra Fredda”: il Lockheed F-104 Starfighter.
Progettato con lo scopo di fornire all’U.S.A.F. un caccia leggero tattico diurno ad alte prestazioni, non venne sostanzialmente mai impiegato in questo ruolo, iniziando la sua carriera come intercettore, e proseguendola come caccia-bombardiere, bombardiere nucleare, e ricognitore, con le Forze Aeree di una quindicina di nazioni.
Si tratta di un soggetto sul quale sono sicuramente stati versati i proverbiali fiumi di inchiostro, e su cui si potrebbe pensare che non vi siano argomenti degni di nota: peraltro, alcuni dettagli della vita operativa dello Starfighter rimangono, appunto, “dettagli”, a cui non viene data particolare evidenza, salvo rare e brevi citazioni.
Per ovviare almeno parzialmente a quanto sopra, si descrive come furono utilizzati alcuni esemplari della prima versione “A” (meno conosciuta delle seguenti “C”, “G” ed “S”): si va dal primo impiego da parte dell’U.S.A.F. in una zona “calda”, alla fine degli Anni ’50, all’utilizzo, per via delle elevate prestazioni, come piattaforma per i più disparati tipi di test, sempre con l’U.S.A.F., ma anche con la N.A.S.A. e la stessa Lockheed.
Nella seconda parte della monografia, poi, si tratta della più nota versione “G”, o, meglio, della sua versione da ricognizione, presentandone due sotto-varianti piuttosto “esoteriche”: una, della seconda metà degli Anni ’60, per la tedesca Luftwaffe, rimasta allo stato di prototipo, e l’altra impiegata operativamente dalla Republic of China Air Force di Taiwan, tra la metà degli Anni ’80 e la fine degli Anni ’90.
L’autore, Aldo Zanfi, è da tempo socio della Sezione Italiana dell’International Plastic Modellers’ Society, e con il Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica conta diverse collaborazioni.
Prezzo al pubblico: € 25,00.
I Soci in regola con le quote associative del 2020 possono richiedere una copia del libro GRATUITA, compilando l’apposita ‘’scheda d’ordine’’ scaricabile da questo sito. I non Soci che richiederanno la Monografia tramite la nostra e-mail info@gmtmodellismo.it e gli ulteriori esemplari richiesti dai Soci, sempre tramite la nostra e-mail, avranno uno sconto del 40% per tutto il 2020 in occasione del 40° anniversario del Gruppo (prezzo scontato quindi € 15,00).
Come sempre spese di spedizione gratuite per tutti, in tutta Italia.

AGGIORNATO IL 7 AGOSTO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS G.M.T. Riduci

BREDA Ba.65 A.80

Kit “Special Hobby”, 1/48


Questo è uno di quei modelli che hanno reso felici molti modellisti che non amano mettere mano ai kit in resina. Infatti, prima del modello ”Special Hobby” , gli unici Breda 65 con motore A.80 esistenti erano il kit della Polacca “Warriors” e il modello “RCR” ripreso poi con alcune migliorie da “Italian kits” . Attualmente, nessuna marca ha mai riprodotto in scala 1/48 la versione con motore K14.


I due modelli realizzati da Marino De Bortoli
dal kit “Special Hobby” in 1/48.


Il modello è anche disponibile nella versione con torretta ma quello che ho scelto per la mia collezione è monoposto. Ci sono diverse strutture per gli interni e accessori, che possono essere integrate con eventuali aggiunte ma personalmente mi sono state sufficienti quelle fornite dal kit.
Nella scatola troviamo inclusi oltre a cruscotti, sedile, cloche, ecc. e anche il serbatoio di carburante e il vano bombe. Anche se ben fatte, le rastrelliere per le bombe non consentono l’inserimento dall’esterno; quindi, bisogna lavorare dall’interno oppure trovare nella banca dei pezzi degli ordigni simili di diametro inferiore. Comunque, l’aspetto degli interni montati da scatola, visti dall’esterno presentano un ottimo dettaglio.


A sinistra: dettaglio degli interni vista superiore,
a destra: vista inferiore.


I piani di coda, come di consueto per questa tipologia di modelli, vanno “spinati” con perni; apprezzabili gli inviti forniti dal kit per i tiranti.
Altri dettagli del modello che ho particolarmente apprezzato come precisione di montaggio sono l’intero gruppo propulsore che, davvero, richiede solamente un minimo di attenzione e l’aggiunta delle aste dei cilindri, nonché il carrello.
Il resto del montaggio non crea problemi e, dopo aver verniciato il timone e terminali alari di bianco e atteso che siano asciutti, li ho mascherati contemporaneamente alle parti trasparenti. Dato che i modelli in costruzione parallela erano due, per facilitarmi in parte la verniciatura, ho scelto due soggetti aventi la stessa mimetica di fabbrica con fondo verde mimetico 3 e grandi macchie bruno mimetico e giallo mimetico 3. Le superfici inferiori sono in grigio mimetico. Da notare che le decals da scatola relative ai fasci alari, sono sottodimensionate.


A sinistra: vista inferiore di uno dei due modelli,
a destra: il BA 65 A 80 pilotato da Adriano Visconti.


Uno dei due soggetti ha ricevuto poi una mano molto sfumata di giallo mimetico facendo attenzione di lasciar “intravedere“ la mimetica precedente. Questo, con il codice 159-14, sembra sia stato pilotato dall’asso Adriano Visconti.
Per chi non si spaventa dal dover fare qualche lavoro aggiuntivo, questo kit sicuramente darà soddisfazione una volta terminato, complice anche le forme azzeccate del modello.

Marino De Bortoli

PUBBLICATO IL 2 AGOSTO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

ITALIENFELDZUG

German tanks and vehicles 1943-1945
Volume I
di Daniele Guglielmi e Mario Pieri


Ho terminato in questi giorni la lettura di questo nuovo lavoro della sperimentata copia di autori composta da Daniele Guglielmi e Mario Pieri, il primo volume di una serie in lingua inglese che intende coprire il vasto tema dei mezzi corazzati, blindati, artiglieria armi e veicoli tedeschi nel corso della Campagna d’Italia 1943-1945.


La copertina del libro.


Nelle circa 250 pagine di questa prima uscita gli autori passano in rassegna alcuni mezzi corazzati molto noti e altri meno conosciuti, a partire naturalmente dal celeberrimo Tiger fino al semisconosciuto Goliath, passando per Elefant, Jagdpanzer 38 Hetzer e Wespe; di ognuno sono esposti con dovizia di particolari: numeri, livree mimetiche, stemmi, unità che li ebbero in carico, fatti d’arme cui presero parte. Il racconto è corredato da diverse centinaia di fotografie, schede e cartine accompagnate da esaurienti didascalie, e completato dalel magistrali tavole del noto disegnatore Ruggero Calò.


Due pagine del libro.


La narrazione è snella, ma nello stesso tempo non tralascia alcun particolare, risultando perciò godibile tanto per l’appassionato quanto per il neofita.>br> Il volume, e quelli che seguiranno, sono editi da AMMO by Mig Jimenez.

Enrico Finazzer

PUBBLICATO IL 21 LUGLIO 2020

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

FREGATA NAPOLETANA “MINERVA”

Modello autocostruite di Luigi Tufolo
Ferdinando di Borbone salì sul trono di Napoli nel 1759. Era sposato con Maria Carolina d’Austria, figlia della celebre Imperatrice austriaca Maria Teresa ed era quindi sorella di Maria Antonietta, regina di Francia che fu ghigliottinata con il marito Luigi XVI durante la Rivoluzione Francese. Nel primi anni di regno Maria Carolina si rivolse a suo fratello Leopoldo, granduca di Toscana, per chiedere consigli su come potenziare la propria marina e questi inviò a Napoli John Acton che diventerà l’artefice del potenziamento in quegli anni della Marina Borbonica e a cui si deve, tra le altre cose, la fondazione nel 1783 del Cantiere di Castellammare di Stabia.


Il modello della fregata napoletana “Minerva”
realizzato dal nostro Socio Luigi Tufolo

Una delle più celebri navi costruite in quel periodo fu certamente la fregata “Minerva” , della quale però non ci sono pervenuti i disegni costruttivi. Della nave si sa molto poco e finora non ne era mai stato costruito un modello e, quindi, questa realizzazione costituisce un “pezzo unico”.
Si sa che la “Minerva” aveva un unico ponte di batteria con dodici portelli per cannoni di grosso calibro (probabilmente da 18 Libbre) e alcune fonti riportano che il numero totale dei cannoni variasse tra 32 a 40. Ciò vuol dire che, come si usava all’epoca, sul cassero erano imbarcati un certo numero di cannoni (probabilmente da 8 a 12, ma più probabilmente solo 8) di calibro inferiore. La sua polena di prua, che rappresenta la famosa divinità romana “Minerva”, è attualmente conservata nel “Museo delle polene” di La Spezia dove si può tutt’ora ammirare.
I 2 portelli di poppa, messi nel modello, erano probabilmente adibiti al carico di munizioni e vettovaglie e non per poter installare i cannoni di fuga come nei grossi vascelli. La nave aveva inoltre altre tre aperture su ogni fiancata che servivano sempre per il carico oppure per l’utilizzo di grossi remi per facilitare le manovre di attracco in porto. Per la velatura e le manovre, non essendo disponibili i piani originali, per costruire il modello si e’ ricorsi ad un collage di vari piani dettagliati di altre navi dell’epoca quali le monografie del vascello “Artesien”, della fregata “Bella Poule”, della fregata “Venus” tanto per citarne alcune. Il modello e’ privo di boma, come risulta dalla “gouache” di Salvatore La Gatta, conservata al Museo San Martino di Napoli che rappresenta la battaglia avvenuta nel 1799 nel canale di Procida tra le navi anglo-borboniche e quelle repubblicane di Napoli. In questo quadro il veliero “ Minerva “ è raffigurato in primo piano e tale immagine costituisce la preziosa documentazione di questa fregata a cui ci si è ispirati per costruire il modello.


A sinistra: la polena originale conservata a La Spezia,
a destra: la polena del modello realizzata da Luigi Tufolo.


Nel 1799, infatti, i napoletani erano insorti contro Ferdinando di Borbone instaurando la Repubblica Partenopea. Il re e la regina, terrorizzati per quanto era successo in Francia a Luigi XVI e a Maria Antonietta, chiesero allora aiuto alla più potente monarchia dell’epoca, quella Inglese, che mandò in loro soccorso una potente squadra navale britannica, comandata dall’Ammiraglio Nelson. Nello scontro di Procida le navi repubblicane ebbero la peggio e, quando successivamente il comandante di queste navi, l’Ammiraglio napoletano Francesco Caracciolo, fu catturato dagli inglesi, benché tale pena non fosse né usuale né prevista, fu impiccato per volere di Nelson proprio ad un pennone della nave “Minerva”, probabilmente per dare un esempio a possibili futuri “rivoluzionari”. La città di Napoli ha voluto omaggiare il bravo e sfortunato ammiraglio Caracciolo dedicandogli il celebre lungomare, considerato una delle più belle litoranee al mondo.


A sinistra: particolare della serpa di prua del modello,
a destra: particolare del cassero di poppa.


Un grazie al nostro Socio Luigi Tufolo per le foto di questo bellissimo modello e per le notizie forniteci per la realizzazione di questo articolo.

IL G.M.T.

PUBBLICATO 14 LUGLIO 2020

 Stampa   
 I LIBRI DEL G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Grupp, le offerte speciali e il CATALOGO 2020.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

CATALOGO 2020
(PDF)

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VIVA SAN MARCO!
Storia di una Repubblica Marinara
Venezia, 421-1797

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

CARRO FIAT 3000
Sviluppo, tecnica, impiego

BASTI IN GROPPA!
L’artiglieria someggiata dall’Armata Sarda all’Esercito Italiano

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6
NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima

7 – I VOLONTARI DI GARIBALDI
La loro storia raccontata dai soldatini

8 - STRANGEFIGHTERS
Ovvero, F-104: Aspetti poco noti
di un velivolo molto conosciuto

LIBRI ESAURITI

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

LE GALEE MEDITERRANEE
5000 anni di storia, tecnica e documenti

IL LEUDO
Barca da lavoro del Tirreno

LE COSTRUZIONI NAVALI

LE GALEE

COLORI E SCHEMI MIMETICI DELLA REGIA AERONAUTICA

CARRO M – Volume primo

LE MACCHINE DI PAVESI

LE AUTOCARRETTE DEL REGIO ESERCITO

DAL TL 37 ALL’AS 43

MOTORI!!! LE TRUPPE CORAZZATE ITALIANE 1919-1994

AUTOMEZZI DA COMBATTIMENTO DELL’E.I. 1912-1990



AGGIORNATO IL 24.07.2020

Syndicate   Stampa   
 TECNICHE MODELLISTICHE Riduci
Cliccando nei LINK sottostanti puoi trovare o stamparti interessanti documenti scritti da nostri Soci per approfondire le tue conoscenze tecniche e migliorare le tue capacità modellistiche.

ALCLAD ALC-204
HOLOMATIC SAPPHIRE

AEROGRAFIA E
PLASTIMODELLISMO

TRUMPETER
LINE ENGRAVER

TRUMPETER
DECAL TRAY

TRUMPETER
SANDPAPER GRIP

GMT EXPERIMENTAL
COME REALIZZARE UN AN/ALQ.144

BASI IN CARTONCINO PER DIORAMI
“NOY’S MINIATURE”

WINTER CAMOUFLAGE
SU SD.KFZ 251/17


AGGIORNATO IL 9.05.2020

Syndicate   Stampa   
 MOSTRE E CONCORSI Riduci
PROSSIMI APPUNTAMENTI
DA RICORDARE




6 - 7/03/2021

MODEL EXPO ITALY - VERONA
c/o Fiera di Verona

Manifestazione a cura di:
VERONA FIERE - VERONA

Il G.M.T. sarà presente con un proprio stand. Vi aspettiamo numerosi!


Informazioni nel sito:

MODEL EXPO ITALY




RIMANDATO A PRIMAVERA 2021

CAMPIONATO NAZIONALE CIMS DI MODELLISMO STATICO


C/O Hobby Model Expo Spring Edition, Parco Esposizioni Novegro – SERIATE (MI) )

Manifestazione a cura del:
C.I.M.S. MODELLISMO

Informazioni nel sito:

CIMS MODELLISMO




RIMANDATA A.S.A.P.

MOSTRA CONCORSO “PIU’ PICCOLI DEL VERO”


Manifestazione a cura del:
GRUPPO MODELLISTICO PADOVANO “AQUILE TONANTI”

Informazioni nel sito:

G.M.P.A.T..




AGGIORNATO AL 21/07/2020

Syndicate   Stampa   
 SUGGERIMENTI G.M.T. Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy