*
  
*
*
*
Login 
  domenica 20 agosto 2017 RECENSIONI * DURI I BANCHI! Le navi della Serenissima 421-1797 Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 DURI I BANCHI! Le navi della Serenissima 421 - 1797 Riduci

DURI I BANCHI!

Le navi della Serenissima, 421 - 1797



RECENSIONE DI ’’STORIA MILITARE’’, pubblicata il 1° ottobre 2016 nel numero 277, relativa alla ristampa aggiornata al 2016 del libro

Guido Ercole, DURI I BANCHI! Le navi della Serenissima 421-1797, Trento, GMT - Gruppo Modellistico Trentino, 2016 (2ª edizione), 198 pagine, cm 21,5 x 29, centinaia di illustrazioni e piani costruttivi in b/n, 74 immagini a colori, brossura, euro 25,00.

Si tratta della seconda edizione, riveduta ed ampliata, dell’originario volume del 2006 (recensito su “STORIA MILITARE” nel numero di dicembre del 2006) che, già al suo apparire, si era posto come un’autentica “pietra miliare” nel settore dell’approfondimento storico, tecnico, marinaresco e modellistico delle complesse tematiche relative a praticamente tutti i tipi di unità utilizzate dalla marineria veneta e dalla Repubblica di Venezia nei quattordici secoli della sua storia, dal secolo V dell’era volgare sino alla caduta della Serenissima nelle mani delle armate napoleoniche.
Ormai esaurita la prima edizione, a fronte di un notevole successo da questa riscosso e delle numerose richieste pervenute da appassionati e cultori della materia, Guido Ercole (collaboratore, tra l’altro, di “STORIA militare) ha messo mano ad una seconda edizione che integra e approfondisce il volume del 2006. Questo nuovo lavoro tiene conto delle risultanze e di nuove evidenze emerse dalle ricerche archivistiche svolte dall’autore su fonti documentali primarie e d’epoca, in parte già sviluppate in altri volumi del GMT dati alle stampe nel frattempo (Le galee mediterranee, Galeazze, Vascelli e fregate della Serenissima, I Bucintoro della Serenissima), tutti recensiti sulle pagine della nostra rivista.
Tutte le tipologie di unità e imbarcazioni sia militari sia mercantili utilizzate in ambito veneto dal 421 al 1797 sono descritte con ampi commenti e, soprattutto, con l’ausilio di un corredo iconografico di prim’ordine che comprende decine di disegni al tratto, particolari dell’attrezzatura e dell’armamento specificatamente realizzati dall’autore. Non mancano, inoltre, numerosi piani costruttivi che non mancheranno di essere apprezzati dai modellisti i quali, come giustamente rilevato nell’introduzione del volume, spesso non dispongono di elementi certi per la riproduzione di bastimenti e galee italiani, a fronte di ampie documentazioni da anni in circolazione per analoghe unità francesi, spagnole, britanniche, olandesi e di altre nazionalità.
Duri i banchi! (il cui titolo riprende il grido che i comandanti delle galee veneziane lanciavano ai propri equipaggi nell’imminenza del contatto con una nave avversaria) si conclude con sedici pagine di immagini a colori e un’ampia ed esaustiva bibliografia. Questa nuova edizione del volume, di sicuro interesse per tutti gli studiosi della materia, celebra il 35° anniversario di fondazione del GMT - Gruppo Modellistico Trentino e si avvale dei contributi grafici ed editoriali di Claudio Pergher e Flavio Chisté, oltre a presentare numerose tavole realizzate, a loro tempo, dall’indimenticato primo Presidente del GMT Mario Aldo Feller.
M.B.

LE RECENSIONI DEL 2006

RECENSIONE DE IL GAZZETTINO

IL GAZZETTINO
, nella pagina di Venezia dedicata alla CULTURA E SPETTACOLI, pubblica la seguente presentazione del nostro libro.

EDITORIA E MODELLISMO
I marinai della Serenissima
“Duri i banchi” è un comune motto veneziano e “Duri i banchi! - Le navi della Serenissima 421 – 1797” è il titolo del libro di Guido Ercole, recentemente pubblicato, che ne spiega l’origine storica.
Il volume, dedicato a tutti coloro che sono appassionati di modellismo, è stato edito per la ricorrenza del 25° anniversario di fondazione del Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica, e piacerà; molto a tutti gli appassionati della storia di Venezia.
“Duri i banchi!”gridavano i comandanti delle galee veneziane ai propri equipaggi nel momento in cui stavano per speronare le imbarcazioni del nemico. Voleva essere un avvertimento e un’esortazione a sopportare ciò che sarebbe accaduto nella cruenta lotta che ne seguiva; oggi è un saluto di incoraggiamento ad affrontare i duri problemi esistenziali.
Il libro presenta uno studio degli usi, costumi e tradizioni della marina della Serenissima ed è…..”un po’ modellismo” scrive l’autore.
Il quale tratta dell’origine di Venezia - che la leggenda fa nascere il 25 marzo 421 - quando i Veneti fuggirono dalle orde barbariche giunte da oriente, si rifugiarono nelle isole della laguna e vi fondarono una città, una civiltà, una potenza millenaria, fino al declino nella fatidica data del 1797.
Molte le curiosità e di grande interesse le illustrazioni, a colori e in bianco e nero, che raffigurano galee e navi veneziane lungo i secoli, dai “campoli” alle “galee”, dalle “acazie” alle “galeazze”, dalle”cocche” ai”vascelli” e ne riproducono i modelli- 30 piani di costruzione di navi -; ad uso appunto dei modellisti e degli amanti di storia della Marineria Veneta.
Lo studio si conclude con la spiegazione dei termini nautici in uso nella Serenissima, scoperti negli antichi documenti, in parte usati nel dialetto veneziano attuale ma diversi da quelli adottati nell’italiano.
Maria Teresa Secondi


RECENSIONE DE LA NUOVA VENEZIA


Il giornale veneziano La Nuova Venezia ha pubblicato sabato 21 ottobre 2006, nella pagina Giorno e Notte 24 ore, Istruzioni per l’uso della città la seguente recensione del nostro libro Duri i banchi. Le navi della Serenissima 421 - 1797:

Duri i banchi tra racconti, disegni e fotografie

La Fabbrica e il mito delle navi: Guido Ercole ricostruisce la storia dell’Arsenale.

Fino a qualche secolo fa, la più grande fabbrica navale del mondo aveva sede in laguna. Dall’Arzanà dei veneziani, cantato da Dante nella Divina Commedia, uscivano migliaia di navi, testimonianza della potenza navale della Serenissima. Imbarcazioni di ogni tipo, galee da combattimento e sofisticate rascone per il trasporto fluviale. Un mondo ai più sconosciuto, perfettamente documentato negli archivi storici cittadini.



Da queste carte dimenticate Guido Ercole, un appassionato studioso di storia veneziana e di modellismo, ha tratto un volume originale e denso di dati. Duecento pagine con disegni e fotografie, sette carte geografiche antiche, 30 piani di costruzione di navi che ripercorrono la storia millenaria dell’Arsenale. Una sorta di catalogo delle mirabili produzioni navali sfornate in mille anni. Duri i banchi! - Le navi della Serenissima dal 421 al 1797 e’ il titolo del volume, edito dal Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica.
Duri i banchi!
, dal vecchio grido di incitamento che i comandanti delle galee veneziane lanciavano ai propri equipaggi un attimo prima di speronare le galee avversarie. ‘’Era un incitamento ai rematori’’, scrive l’autore, ‘’per essere pronti a sopportare gli urti, le percussioni e le offese che potevano derivare loro in quel concitato momento, quando i remi si spezzavano come stuzzicadenti e bisognava, contemporaneamente, esser pronti ad arrembare tra mille pericoli, l’imbarcazione nemica. Duri i banchi, un detto in uso ancora oggi che significa in dialetto tieni duro, puoi farcela.’’
Ed ecco il catalogo delle imbarcazioni, rigorosamente schedato per periodo. Dai primordi al periodo d’oro, quando nel XV secolo Venezia dominava l’Adriatico fino a Creta e Cipro, fino alla caduta della Repubblica nel 1797. Ed ecco i campoli, prime barche da trasporto che risalgono al VI secolo, le acazie (IX secolo), le barche a chiglia tonda come le cocche e le caracche, quelle per il trasporto fluviale come i burci e le rascone, i vascelli e le galee. Le triremi e quelle con il sistema a scaloccio , con più vogatori che spingevano lo stesso remo.
Immagini che non sono andate perdute. E nei bassorilievi sulla facciata della chiesa di Santa Maria del Giglio sono ancora ben visibili le riproduzioni delle antiche galee veneziane all’assalto della flotta turca.
Alberto Vitucci


RECENSIONE DELLA RIVISTA “STORIA MILITARE”;


La rivista STORIA MILITARE, nel numero di dicembre 2006, ha pubblicato la seguente recensione:

Guido Ercole,
DURI I BANCHI! Le Navi della Serenissima 421-1797,
GMT, Trento, 2006,
Pag. 200, cm. 21x29,7, num. ill. In b/n e a colori, brossura, Euro 25,00 (in vendita c/o TUTTOSTORIA)


Il Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica continua nella sua fortunata produzione di accurate opere su molti aspetti tecnico storici militari.
Il titolo di questo ben documentato e illustratissimo volume (70 foto a colori e 120 in b/n; 7 cartine e 30 piani di costruzione) trae origine dal grido che i comandanti delle galee veneziane lanciavano ai propri equipaggi un attimo prima di speronare quelle avversarie.



L’opera, come tante altre di questo prolifico editore, non si limita alla ricostruzione dei soli modelli di navi e imbarcazioni del tempo, ma offre anche una sintetica illustrazione dei ben nove lunghi periodi storici nei quali è suddivisa, fornendo, tra l'altro, molti dettagli relativi alle particolarità d'armamento, ai cannoni, alle bandiere, alle uniformi ecc. nelle varie epoche.
Redatto rigorosamente sulla base della documentazione conservata nei musei e nelle principali biblioteche venete, questo volume non si rivolge solo agli appassionati di modellismo navale antico ma anche, e soprattutto, ai molti cultori della storia della marineria veneta e italiana.


RECENSIONE DELLA RIVISTA “ARS HISTORIAE”;

La rivista ARS HISTORIAE, nel numero di ottobre/dicembre 2006, alla rubrica I Classici ha pubblicato la seguente recensione:

Guido Ercole
DURI I BANCHI! – LE NAVI DELLA SERENISSIMA 421-1797
Pagine 173 + XVI, formato 29 x 21 cm. Brossura.
Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica, Trento 2006
Euro 25,00
Dai “campoli” alle “galee”, dalle “acazie” alle “galeazze”, dalle “cocche” ai “vascelli”, solo per citare alcune delle imbarcazioni che la Serenissima ha proficuamente utilizzato in oltre mille anni di commerci e di battaglie sul mare, il libro ci guida, attraverso l’affascinante storia di Venezia, a scoprire i progressi dell’arte navale mediterranea dal primo medioevo alla caduta della Repubblica Veneta. Un volume che descrive in modo organico e documentato non solo i vari tipi di navi che si sono avvicendati nel corso dei secoli ma anche il suggestivo ambiente della Marineria Veneta e quanto ruotava intorno ad essa: le armi e le bandiere, le vele e le attrezzature di bordo, le misure e i termini nautici allora in uso e così via. Arricchito da oltre 70 immagini a colori e 120 in bianco e nero provenienti dagli Archivi e dai Musei cittadini, da 7 carte geografiche e 30 piani di costruzione di navi.


RECENSIONE DELLA RIVISTA “SOLDATINI

La rivista SOLDATINI, nel numero di novembre/dicembre 2006, alla rubrica Libreria ha pubblicato la seguente recensione:

Guido Ercole
DURI I BANCHI! – LE NAVI DELLA SERENISSIMA 421-1797
Gruppo Modellistico Trentino di Ricerca Storica


Il volume, a cura del Gruppo Modellistico Trentino di Ricerca Storica, è di circa 200 pagine (formato 21x29,7 cm) in carta patinata opaca, contenente oltre 70 immagini a colori e 120 in bianco e nero, oltre a 7 cartine e 30 piani di costruzione, offerto al pubblico al prezzo di 25 euro.
Oltre alle illustrazioni a colori di modelli in scala provenienti da musei e collezioni, risultano particolarmente interessanti i piani e gli schemi delle navi ma anche dell’armamento e dell’equipaggiamento. L’attenzione per gli aspetti tecnici va di pari passo, nel testo, con l’accurata narrazione storica che ripercorre in ordine cronologico ascesa, apogeo e declino della flotta veneta.



AGGIORNATO IL 19 APRILE 2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO



AGGIORNATO IL 10.06.2017

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy