*
  
*
*
*
Login 
  lunedì 18 dicembre 2017 RECENSIONI * VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA Registrazione 
 I NOSTRI INDIRIZZI Riduci

GLI INDIRIZZI DEL G.M.T.

GRUPPO MODELLISTICO TRENTINO

SEDE SOCIALE

Via Abondi 9 – TRENTO
c/o Circolo Culturale
“La Ginestra”

La Sede è aperta su richiesta dei Soci o in occasione degli incontri periodici. Per la richiesta di apertura è sufficiente contattare con adeguato anticipo il nostro Segretario, Flavio Chistè, al numero 333/2685578.
Per chi viene da fuori Trento, cliccando nel link sottostante può stampare una comoda piantina per raggiungerci.

PIANTINA SEDE (PDF)


E-MAIL DEL GRUPPO:
info@gmtmodellismo.it


PRESIDENTE E
RAPPORTI CON I SOCI:
mirko.daccordi@tin.it


VICE-PRESIDENTE,
GESTIONE DEL SITO WEB E
RESPONSABILE DEL SETTORE NAVALE:
guido.ercole@gmtmodellismo.it


SEGRETARIO:
flavio.chiste52@gmail.com
cell. 333 2685578


FOTOGRAFIA :
fotocorona@gmail.com


MOSTRE MODELLISTICHE:
girolamolorusso@gmail.com


RAPPORTI CON IL
MUSEO CAPRONI
massimocosi@tiscalinet.it


Corrispondenza:

G.M.T. – Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica
c/o Flavio Chistè
Via S.Anna, 73 - Gardolo
38121 TRENTO TN

CI TROVI ANCHE SU



A QUESTO LINK:


GMT SU FACEBOOK


GRUPPO ADERENTE AL



AGGIORNATO IL 7.11.2015

Syndicate   Stampa   
 VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA Riduci

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA

Navi di linea della marina veneziana 1652 – 1797



RECENSIONE DE ’’IL GAZZETTINO’’, pubblicata venerdì 6 aprile 2012.

Vascelli e fregate della Serenissima: Ercole racconta

VENEZIA – (MTS)
“Vascelli e fregate della Serenissima” di Guido Ercole è un prezioso volume. che nasce dal ritrovamento di un manoscritto inedito, uscito dagli archivi del Museo Navale.
L’autore, a seguito di ulteriori indagini all’Archivio di Stato e nelle Biblioteche, ne ha tratto una storia di grande interesse sul percorso e l’evoluzione delle imbarcazioni della Serenissima, “Navi di linea della Marina Veneziana 1652 – 1797” come recita il sottotitolo.
Dal prologo del “Catalogo Generale di tutte le Pubbliche Navi” datato Corfù 15 aprile 1796, si legge che “… le prime costruzioni furono eseguite nell’Arsenale di Venezia da ove presero i forestieri l’idea e ne avanzarono la perfezione a quel segno che s’ammira oggidì …” si dimostra la tesi che l’origine delle imbarcazioni sia “autoctona”, tesi sostenuta anche da Ercole.
Un libro in cui si racconta anche delle prime navi militari veneziane a vela dal 1300 alla flotta noleggiata “chiavi in mano” del 1639.
© riproduzione riservata

RECENSIONE DI ‘’STORIA MILITARE’’

La nota rivista STORIA MILITARE ha pubblicato nel numero 225 di giugno 2012 la seguente, ottima recensione del nostro libro ‘’VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA – Navi di linea della Marina veneziana 1652-1797’’.

Guido Ercole, VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA – Navi di linea della Marina veneziana 1652-1797, Trento, Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica, 2011, 312 pagine, cm 21 x 30, interamente illustrato con numerosissime immagini a colori, brossura, Euro 45,00 (in vendita c/o TUTTOTORIA).

Facendo naturale seguito a precedenti opere relative ad altre tipologie di naviglio veneziano (Duri i banchi!, Le galee mediterranee, Galeazze - tutti recensiti in passato su “STORIA militare”), Guido Ercole completa lo studio e la descrizione delle navi che – nei secoli – prestarono servizio con l’Armata navale della Repubblica di Venezia con questo bel volume dedicato alle unità più “tradizionali” realizzate dalla Serenissima nell’ultimo secolo e mezzo della sua quasi millenaria storia.
Difatti, successivamente alla realizzazione - nei precedenti secoli - di svariate tipologie di galee, a partire dalla metà del ‘600 iniziarono a venire costruiti a Venezia vascelli a più ponti, veloci fregate ed altre unità ad esclusiva propulsione velica maggiormente adatti ad operare nei rinnovati contesti della guerra navale che sancivano la preminenza delle artiglierie imbarcate, della solidità delle costruzioni e della tenuta al mare dei bastimenti anche in condizioni metereologiche difficili se non avverse.
Le complesse e multiformi tematiche del volume sono approfondite in otto esaustivi capitoli che – partendo dalle prime esperienze veneziane in materia di navi ad esclusiva propulsione velica (spesso noleggiate, tra il XIV e il XVI secolo, dall’armamento privato) – arrivano ad esaminare nel dettaglio le cause e le necessità che, attorno al 1660, portarono la Repubblica a dotarsi di un’ “Armata Grossa” composta da vascelli a vela. Le successive vicende delle due Guerre di Morea, e il cruciale ventennio 1740-1760 (in cui le unità da guerra veliche iniziarono ad assumere le caratteristiche che avrebbero, nel complesso, mantenuto sino all’avvento della propulsione a vapore) resero necessario l’adeguamento delle costruzioni navali veneziane a canoni più moderni ed avanzati, tali da rendere le navi realizzate in Arsenale tra le più moderne ed efficienti dell’epoca. L’autore affronta inizialmente gli aspetti più propriamente storici, economici ed operativi dell’impiego dei vascelli veneziani, non mancando tuttavia di destinare ampie porzioni del suo lavoro a specifici casi costruttivi o a personalità che furono particolarmente coinvolte nella realizzazione di una flotta velica per la Repubblica. L’ultimo centinaio di pagine de Vascelli e fregate della Serenissima è infine dedicato alle 111 unità censite in un “catalogo” del 1796 proveniente dalla base veneziana di Corfù e recentemente ritrovato tra i documenti del Museo Storico Navale di Venezia. Oltre a riportare le caratteristiche tecniche e la storia operativa di ciascuna di queste navi (comprese le ultime, incorporate nella flotta francese successivamente alla caduta della Repubblica), sono riprodotte tutte le pagine del “catalogo” originale che – per la presenza di accurati profili a colori e di dati tecnici ordinatamente tabulati – quasi non ha nulla da invidiare ai moderni annuari navali ricchi di dati, informazioni e fotografie.
L’iconografia del volume è notevole, accuratamente scelta e ottimamente riprodotta: vi compaiono numerosi documenti originali, tavole costruttive del XVII e del XVIII secolo, fotografie di cannoni e di attrezzature provenienti da musei e altre istituzioni, immagini di modelli realizzati dall’autore o da altri appassionati, carte geografiche e tavole d’epoca relative a recuperi, calafataggi, riparazioni ed altre peculiari attività riferite alle navi a vela veneziane del ‘600 e del ‘700. In abbinamento a testi ricchi ed esaustivi – ma al tempo stesso godibili e mai di difficile comprensione – numerose tavole sinottiche e diagrammi espressamente realizzati consentono di apprezzare l’evoluzione organica della flotta velica veneziana come pure i principali metodi di costruzione di scafi, alberature ed altri elementi dell’allestimento.
Il volume si conclude con una buona bibliografia ed un indice per capitoli anche se – in considerazione della vastità dell’argomento trattato e dell’indubbia, ottima qualità dell’intera opera – un indice analitico sarebbe stato senza dubbio il benvenuto. E’ però questo l’unico appunto che ci sentiamo di muovere a Vascelli e fregate della Serenissima che, ne siamo certi, verrà sicuramente apprezzato dagli storici, dai semplici appassionati, dai modellisti e da tutti coloro che rivolgono il proprio campo di studi alle vicende della guerra navale nei secoli di storia mediterranea che ebbero nella Repubblica di Venezia uno dei loro più importanti ed indimenticati protagonisti.

M.B.

RECENSIONE DE ’’IL CERCHIO E LE LINEE’’ , periodico della Fe.C.C.Ri.T. n° 1/2012, gennaio/maggio 2012.

Grande frenesia, in questi ultimi mesi, in casa del Gruppo Modellistico Trentino. Per continuare a corrispondere al meglio al dettato statutario del Gruppo, che vanta oramai trentadue anni di attività a livello nazionale, i modellisti statici trentini continuano a proporre e a dare alle stampe i loro studi e le loro ricerche in campo storico.
Così, tra la fine dello scorso anno e l’aprile del 2012 sono stati realizzati tre nuovi volumi mentre di un quarto si è provveduto alla ristampa.
A fine 2011 è uscito, a firma del Vicepresidente del G.M.T., Guido Ercole, un nuovo volume sulla storia della marineria veneziana nei secoli: ‘’Vascelli e fregate della Serenissima - Navi di linea della Marina veneziana 1652-1797’’.
Prendendo lo spunto dal ritrovamento, nel corso di alcune ricerche al Museo Storico Navale di Venezia, del ‘’Catalogo Generale di tutte le Pubbliche Navi”, redatto Corfù 15 aprile del 1796, l’autore ewdige la storia, lunga quasi 150 anni, di questi due importantissimi tipi di nave, i vascelli e le fregate, in servizio con la Marina veneziana.
Il volume, un autentico tomo di oltre 310 pagine, tutto a colori, narra lo sviluppo, la costruzione e la storia delle navi costruite in Arsenale e protagoniste in decine e decine di scontri navali con le flotte dell’Impero Ottomano per il controllo del Mediterraneo e dell’Adriatico in particolare.
Cosa assolutamente nuova, di tutte le oltre 130 navi messe in acqua da Venezia (o dai francesi dopo la caduta della Repubblica), viene presentata una dettagliata scheda tecnica con i dati principali e un sunto della storia.
A corredo anche una lunga serie di tabelle, grafici, inventari, fotografie e disegni.
Completa il volume la copia anastatica del sopracitato ‘’Catalogo’’, vera e propria pietra miliare dell’intera storia della marineria veneziana.
Insomma, un libro indispensabile e imperdibile per tutti gli amanti della storia di Venezia e del mare.

AGGIORNATO IL 22 LUGLIO 2012

 Stampa   
 NOTIZIE G.M.T. Riduci

A NATALE
REGALA
UN LIBRO

Approfitta dell’offerta

SCONTO 30%

cliccando nel link più sotto elencato!



I LIBRI
DEL G.M.T.

In libreria o in vendita su questo sito web, i libri dati alle stampe dal G.M.T.


Le copertine dei libri ancora disponibili.


Cliccando nei link sottostanti puoi vedere come ordinare i libri al nostro Gruppo nonché le schede dei volumi ancora disponibili.

COME ORDINARE
I LIBRI DEL G.M.T.

PROMOZIONE LIBRI
SCONTO DEL 30%

LE RECENSIONI
DELLA STAMPA

LIBRI DI
AERONAUTICA

I COLORI DEGLI AEREI
ITALIANI DELLA
GRANDE GUERRA
Ipotesi e certezze

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA
Volume secondo

ELICOTTERI E COLORI

THUNDER TRICOLORI
REPUBLIC F-84F E RF-84-F

ARALDICA DELLA REGIA AERONAUTICA

I CACCIA ITALIANI DELLA SERIE 80

ITALIAN SPECIAL COLOURS

LIBRI DI NAVI

VENEZIA ‘800: BUFERA IN ARSENALE
La Marina veneziana
nel ventennio napoleonico (1796-1815

DURI I BANCHI!
Le navi della Serenissima – 421/1797

I BUCINTORO DELLA SERENISSIMA
The ceremonial state barges
of the Venetian Republic

VASCELLI E FREGATE DELLA SERENISSIMA
Navi di linea della marina veneziana 1652 - 1797

GALEAZZE – Un sogno veneziano

LIBRI DI
MEZZI MILITARI

M-113 In Italia
Veicolo Trasporto Truppe e derivati

LE TRATTRICI ITALIANE
DELLA GRANDE GUERRA
Il traino meccanico delle artiglierie
dalle origini al 1918

LINCE - Light Multirole Vehicle

CARRO M – VOLUME 2°

IL CARRO L 6

IL CARRO L 3

LE FORZE ARMATE DELLA R S I 1943-45

LE MONOGRAFIE
DEL G.M.T.

1 - UNA NAVE ETRUSCA

2 - GLI HARRIER DELLA MARINA ITALIANA

3 - LE CANNONIERE DEL GARDA
La vera storia delle “scialuppe cannoniere” (1859-1881)
e il ritrovamento del relitto della “Sesia”

4 - UNA NAVE PUNICA

5 – LE CAMIONETTE
DEL REGIO ESERCITO

6 – GALEE VENEZIANE
PER CAPO DA MAR
L’eccellenza della flotta remiera
della Serenissima



AGGIORNATO IL 10.12.2017

Syndicate   Stampa   
 NEWS GMT Riduci

Syndicate   Stampa   
 Copyright (c) 2007 Wizard  Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy